BIAGIO PASSARO (DEMOCRAZIA CRISTIANA – MODENA): SPECCHIO DELLE MIE BRAME … QUALI SONO LE BUGIE PIU’ ODIOSE DEL REAME ?

BIAGIO PASSARO (DEMOCRAZIA CRISTIANA – MODENA): SPECCHIO DELLE MIE BRAME … QUALI SONO LE BUGIE PIU’ ODIOSE DEL REAME ?
Dott. Biagio Passaro (Modena)

A cura di Biagio Passaro (Modena)

biagio.passaro@dconline.info * cell. 335-433277 *

Segretario nazionale del Dipartimento < Attività Economico-Produttive e per la Tutela del Made in Italy > della Democrazia Cristiana italiana.

Segretario reg.le Dip. < Attività Economico-Produttive e per la Tutela del Made in Italy > Democrazia Cristiana regione Emilia Romagna.

Componente del Consiglio nazionale e della Direzione nazionale della Democrazia Cristiana italiana

Editorialista de < IL POPOLO > della Democrazia Cristiana

< BIAGIO PASSARO (DEMOCRAZIA CRISTIANA – MODENA): SPECCHIO DELLE MIE BRAME … QUALI SONO LE BUGIE PIU’ ODIOSE DEL REAME ? >

Siamo in periodo di campagna elettorale in vista delle elezioni europee e di molto elezioni amministrative ed in questo periodo – da parte delle forze governative e di chi è potente nel sistema politico/parlamentare – si sprecano proposte e promesse di gusto indubbiamente elettorale.

Abbiamo dunque preso in esame – andando un po’ a ritroso – in modo particolare il Governo Meloni, attenzionando vari interventi e dichiarazioni che in questi mesi sono state fatte, mettendo in fila le bugie di questo Governo.

Nel dettaglio, vediamo quali sono.

La crescita italiana è stimata superiore a quella europea
Falso. La Commissione UE stima la crescita in Europa per il 2024 mediamente all’1,3%, mentre quella italiana solo allo 0,9%.

Abbiamo diminuito le tasse tagliando la spesa pubblica
Falso. Non solo non diminuiscono le tasse ma aumenta la spesa pubblica di ben 15 miliardi.

Siamo il primo Governo che ha tassato le banche
Falso. Non c’è stata alcuna tassazione sugli extraprofitti bancari e allo stato attuale nessun istituto di credito ha versato un euro in più rispetto al passato allo Stato.

Autonomia: l’unico Governo che lavora sui livelli essenziali delle prestazioni
Falso. Dal 2001 tutti i governi hanno lavorato sui LEP (Lep significa stabilire quali servizi e prestazioni devono essere offerte in tutto il paese, per garantire i diritti sociali e civili dei cittadini) come detto dal giurista Sabino Cassese in Senato.

Prima mappatura delle nostre coste
Falso. Dal 2016 sono state fatte varie mappature per risolvere la questione concessioni balneari che Meloni continua a ignorare.

Il premierato non tocca i poteri del Capo dello Stato
Falso. Con la riforma il Presidente della Repubblica non avrebbe più il potere di nominare il premier e i senatori a vita. Rimarrebbe come solo ruolo di rappresentanza.

Non ho mai chiesto in passato le dimissioni dei Ministri indagati
Falso. Per anni Giorgia Meloni ha tuonato contro Ministri, sottosegretari o semplici esponenti avversari sottoposti a indagine giudiziaria, come per esempio le Ministre Boschi, Guidi, Cancellieri e Idem. Il suo è un garantismo a corrente alternata.

La mancata ratifica del MES può diventare occasione per rivedere il trattato
Falso. Tutti i principali dirigenti delle strutture legate al MES hanno sempre anteposto la ratifica del trattato alla possibilità di nuove modifiche. L’Italia è venuta meno ai patti con l’Unione Europea, scegliendo un folle isolamento politico.

Toglieremo le accise sui carburanti, cavallo di battaglia della campagna elettorale
Secondo i dati settimanali del ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (Mase), appena pubblicati, il prezzo della benzina in modalità self service sale a 1,889 euro al litro. Il gasolio a 1,765 euro al litro.

Importanti le ricadute sui conti dello Stato, visto che questo pur piccolo rialzo – si parla di 10-12 centesimi in più al litro – si traduce sul pratico in un extragettito di 317 milioni di euro.

Moltiplicando per 12 mesi, ecco che questa piccola moneta aggiuntiva da 10 centesimi diventa 3,8 miliardi in più nelle tasche del Fisco.

Si può dunque dedurre che Giorgia Meloni e questo Governo ancora una volta hanno mentito, in diretta tv, a milioni di italiani…

Il Segretario politico nazionale della Democrazia Cristiana dott. Angelo Sandri (Udine) sottolinea come stia enormemente crescendo in Italia la nostalgia nei confronti del modo di governare attuato dalla Democrazia Cristiana nei cinquant’anni in cui era alla guida del Paese.

Un modo di governare senz’altro maggiormente orientato ai valori fondamentali espressi dalla Costituzione della Repubblica italiana e ben rispettoso di quel principio di Sovranità Popolare che questi “lanzichenecchi” attualmente al potere disprezzano in maniera evidente e vergognosa.

 

***************************************************************

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

***************************************************************

2 1 vote
Article Rating
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Nicola
27 giorni fa

Giustissimo su ogni affermazione mi batto su questa ragione, ma ci sono molti altri punti che la Meloni sta buttando giù questo paese pieno di tante belle cose, ci starebbe un mondo dietro da raccontare sulla grande Frase sono Una Mamma ecc.ecc. rispettando sempre i bambini, ma ha lasciato sotto i ponti milioni d’italiani con la sua barzelletta diventata virale una presa per il sedere a tuttiiiii, ci sono molti punto che sono pochi,ma ringrazio Biagio per come la pensa, per come si espone, ma grazie Angelo Sandri e tutto il Grande Nostro Democrazia Cristiana, abbattiamo questo governo se non vogliamo una Italia francese, Nicola Lovaglio 🌟