“A RIDATECE LA DEMOCRAZIA CRISTIANA !”

“A RIDATECE LA DEMOCRAZIA CRISTIANA !”
Giovanni Paolo Deidda (Roma)

A cura di Giovanni Paolo Deidda (I Minucipio di Roma Capitale)

giovannipaolo.deidda@dconline.info * cell. 345-2440791 *

Segretario nazionale del Dipartimento Attività economico produttive e Problematiche del Lavoro della Democrazia Cristiana

Segretario politico della Democrazia Cristiana del I Municipio di Roma Capitale

< “A RIDATECE LA DEMOCRAZIA CRISTIANA !” >

La Giorgia è rimasta soddisfatta dell’inizio di legislatura tant’è ha dichiarato ilare e suadente: < Buona la prima ! >.

Ma in realtà non ci sembra che la prima sia stata eccessivamente…buona… anche se alla fin fine “Furfantelli d’Italia” sono a riusciti a piazzare il loro La Russa a Presidente del Senato.

Il nuovo Presidente del Senato Ignazio La Russa (foto ANSA)

Ma con questo hanno disatteso clamorosamente i “desiderata” di Silvio Berlusconi nuovo profeta della “vaffa”, sia pur pronunciato sotto voce.

Tant’è vero che per arrivare all’agognata elezione di La Russa a Presidente del Senato, sono serviti – udite, udite… – addirittura i voti provenienti dalla minoranza “coriacea e monolitica” di Letta !

Clemente Mastella non ha molto apprezzato le prime mosse degli oppositori al Regime …

Perfino Clemente Mastella, politico duttile e quanto mai versatile si è imbestialito, affermando che una cosa simile non si era mai vista e si che il Clemente ne ha viste di tutti i colori nel corso della sua già lunga carriera politica…. ma tant’è che ha usato un termine nei confronti dei cosiddetti attuali oppositori non propriamente celebrativo (“imbecilli”, NDR).

Anche il Sen. Silvio Berlusconi voleva < LA RUSSA > a Presidente dle Senato, ma è stato clamorosamente frainteso ….

“Guardando al futuro”: così sarebbe il titolo di un bel film, ma a quanto pare il futuro italiano non è certo roseo, con questo continuare di “incesti” politici.

M0a intanto – nel mondo esterno – il cittadino deve fare i conti per la spesa e per il caro benzina, per il caro bollette, con la nuova recessione pronta a colpire secondo le stime dell FMI dove il 2023 sarà un anno nero, come se quelli passati abbiamo vissuto fossero tutti nell’oro.

Oggi mi sono venuti in mente gli anni ’80, quand’ero un ragazzo spensierato e devo dire fortunato, perché c’era una vera forza politica che guidava il nostro Paese e pensava al bene delle famiglie. mi riferisco ovviamente alla Democrazia Cristiana

Ma ora sono un uomo e quello che vedo per le generazioni future non è tutto roseo e di buon presagio, essendo governati da veri e propri “pellegrini” (in senso non religioso) alias “peraccottari”, che perseguono il loro interesse e non certo il Bene Comune della nostra Nazione e del popolo italiano.

Il punto di riferimento costante è il loro conto corrente in banca, non certo il nostro.

Togliete privilegi ed abbasatevi gli stipendi: allora capiremo che siete persone serie e valide e che il vostro impegno politico è per far tornare l’Italia ai massimi livelli nel mondo.

Se questo non accade, allora è segno evidente che continua il circo mediatico di inciuci e mazzette sottobanco, anzi no alla luce del sole.

E dunque si innalza un grido corale: < A RIDATECE LA DEMOCRAZIA CRISTIANA ! >

 

***********************************************************************************************

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

***********************************************************************************************

 

 

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Franco Capanna
Franco Capanna
1 mese fa

Tutto il rispetto all’autore del pezzo in oggetto ma non per questo tutti assimilabili .
In primis le critiche di Mastella davvero ininfluenti che poco protagonista.
La Russa e Fontana sono espressioni del voto degli italiani e adatti al ruolo nominati.
Un cambio superiore rispetto alla Boldrini e Fico che espressioni negative di una sinistra che ha portato il Paese Italia alla deriva e tra gli ultimi posti in Europa .
Capisco il ricordo positivo alla DC di un tempo ma al momento la nuova non in grado incidere nel panorama politico .
Berlusconi lo si conosce che personaggio arrogante abituato al comando ma oggi deve lasciare il passo alla vincente Meloni e i numeri vanno rispettati.
Il voltafaccia più espressioni maleducate oltre il biglietto di critiche alla Meloni lo collocano tra gli acidi e risalta il suo menefreghismo verso gli italiani e loro problemi per mere sue ambizioni personali.

Giordana
Giordana
1 mese fa

Se sono rose fioriranno .. …. ….. ……….
Il concetto di fondo e che non tengono mai conto del numero altissimo degli elettori astenuti, c’è poco da fare hanno vinto l’oro.

Giordana
Giordana
1 mese fa
Reply to  Giordana

Loro

mm
Admin

Le opinioni di Franco Capanna (Teramo) sono espresse a titolo personale e non rispecchiano di certo la linea editoriale de “IL POPOLO” della Democrazia Cristiana, nè il pensiero del partito dello Scudo Crociano che ha condannato sempre in maniera chiara e netta questi traditori del popolo italiano che hanno stravolto le norme esistenti a propriol uso e consumo e soltanto per sporchi interessi personali. Pretendere che ora inneggiamo a questi TRADITORI DI STATO espressione di una classe politico/parlamentare corrotta ed illegale ci sembra davvero eccessivo. * Dott. ANGELO SANDRI – Direttore Responsabile de IL POPOLO della Democrazia Cristiana.

Franco Capanna
Franco Capanna
1 mese fa

Signor Direttore dottore Angelo Sandri, leggo ora tuo e altri commenti.
Convinto mettersi in discussione ognuno per evitare rigido determinismo e cercare con tenacia una identità stabile un ” baricentro” che unifichi le tante rapprentazioni.
Il senatore Mastella dava pubblico suo numero telefonino ma poi rivelatosi nullo.
Ho espresso da giornalista mia intenzione intervista in cinque punti per dare forza al movimento in vista delle scorse elezioni e Mastella accettava per poi insabbiare il il tutto .
Dunque soggetto poco partecipativo.
Riguardo la mia persona,carissimo dottore Sandri ,sei consapevole che non ho mancato in vari interventi scritti e con determinismo divulgare non solo in Italia ma nel mondo, la nascente DC dopo il privilegio unico della nomina a Editorialista de Il Popolo che obiettivo irraggiungibile e carico di onore.
Sia detto per inciso di nessun gruppo omogeneo come in DC anzi alcuni hanno cariche pubbliche critiche a me scrivente e non al mio pensiero ma a scarsi particolari ovvero:” Franco Capanna posta foto da giovane” .
Triste cammino di senso nella pretesa adultita’ e peggio di danno alla stessa DC che tu magistralmente dirigi.
Convinto che scritti lunghi non hanno efficacia ma a certi non guasta dire che Franco Capanna pur in certa età per via mistero davvero viene dato per un cinquantenne e ho postato in articoli foto del momento.
Chiusa la parte personale rivendico che in Canada,che America,ho dato lustro alla neo DC che poi mi nominava persona dell’anno 2020.
Dunque mio contributo esistenziale in divenire.
Allergico da sempre anche da sindacalista a governi di sinistra e stesso sindacato Cgil che infiniti danni mi addusse e in ogni congresso nazionale ho sempre criticato per interventi innaturali verso le fasce svantaggiate e non solo.
Ho dato prova risolvere in poche ore a vertenze che loro Cgil cercano risolvere mandando in tribunale il povero licenziato in un percorso di anni di indicibili sofferenze con l’aggravante, cosa vissuta da me tanti anni fa :” nel frattempo non puoi lavorare in altra parte.”
Davvero hanno la segatura al posto del cervello o cosa.
Come fa questo soggetto campare un mistero!
Lo scrivente ,se volontà del suo massimo esponente, è disposto alle dimissioni ma pochi in veritas hanno dato mio contributo.
Proprio ho scritto articolo in attesa di diffusione :” mai fare quello ti dicono gli altri in interni scritto”.
Per chiudere no a governi di sinistra che hanno portato l’Italia alla povertà e resa insicurezza sociale e magari dare possibilità al centro destra di cambiare ,se poi non riesce saranno gli italiani giudicare e disarcionarli.
Grazie ascolto.