13 GIUGNO 2023: I FESTEGGIAMENTI IN ONORE DI SANT’ANTONIO DI PADOVA !

13 GIUGNO 2023: I FESTEGGIAMENTI IN ONORE DI SANT’ANTONIO DI PADOVA !

A cura di Edmond Ndoj (Albania)

edmond.ndoj@dconline.info * cell. 355-688430062 *

Segretario Generale Vicario del Dip. Comunicazione e Marketing della Democrazia Cristiana Internazionale

Segretario Organizzativo nazionale della Democrazia Cristiana in Albania

< 13 GIUGNO 2023: I FESTEGGIAMENTI IN ONORE DI SANT’ANTONIO DI PADOVA ! >

Anche l’Albania, così come l’Italia, ha festeggiato il 13 giugno 2023 Sant’Antonio da Padova !

Il 13 giugno infatti i cattolici e tutta l’Albania, come a Tirana, Laç, Valona e via dicendo hanno onorano la memoria del sacerdote francescano Sant’Antonio da Padova d’Italia.

Il santo conosciuto dalla Chiesa come Antonio da Padova non è nato nella città italiana di Padova, né era originariamente chiamato Antonio.

Nacque Ferdinando a Lisbona, in Portogallo, nel 1195, figlio di un ufficiale dell’esercito di nome Martin e di una donna virtuosa di nome Maria.

Essi fecero educare Ferdinando da un gruppo di sacerdoti e il giovane prese la decisione di entrare nella vita religiosa all’età di 15 anni.

Ferdinando visse per la prima volta in un monastero agostiniano fuori Lisbona. Ma non gli piaceva la distrazione delle continue visite dei suoi amici e si trasferì in una casa più lontana dello stesso ordine. Lì si concentrò sulla lettura della Bibbia e dei Padri della Chiesa, vivendo una vita di ascetismo e sincera devozione a Dio.

Otto anni dopo, nel 1220, Ferdinando venne a conoscenza della notizia di cinque frati francescani recentemente morti per la loro fede in Marocco. Quando i loro corpi furono portati in Portogallo per la venerazione, Ferdinando sviluppò un ardente desiderio di imitare il loro impegno per il Vangelo.

Antonio voleva emulare i martiri francescani morti nel tentativo di convertire i musulmani del Marocco.

Ha viaggiato in nave in Africa per questo scopo, ma si è ammalato gravemente e non ha potuto portare a termine il suo scopo. La nave che doveva portarlo in Spagna per le cure è esplosa ed è finita in Italia.

Nonostante le sue cattive condizioni di salute, Antonio decise di rimanere in Italia per essere più vicino allo stesso San Francesco.

Antonio insegnò teologia in diverse città francesi e italiane, seguendo rigorosamente i suoi voti francescani e predicando regolarmente al popolo.

Successivamente si dedicò interamente all’opera di predicazione come missionario in Francia, Italia e Spagna, insegnando un autentico amore per Dio a tante persone, contadini o principi, che si erano allontanate dalla fede e dalla morale cattolica.

Dopo la Quaresima nel 1231, la salute di Antonio stava peggiorando.

Seguendo l’esempio del suo protettore – il precedente Sant’Antonio, che aveva vissuto da eremita – si ritirò in un luogo remoto, prendendo due compagni per aiutarlo.

Quando la sua salute peggiorata lo costrinse a tornare al convento francescano di Padova, in Italia, folle di persone si radunarono in gruppi sperando di rendere omaggio al santo sacerdote.

Dopo aver ricevuto l’estrema unzione, Antonio recitò i sette salmi penitenziali tradizionali della Chiesa, cantò un inno alla Vergine Maria e morì il 13 giugno all’età di 36 anni.

La consolidata santità di Sant’Antonio, unita ai tanti miracoli che aveva compiuto durante la sua vita, spinsero Papa Gregorio IX che conobbe personalmente il santo a canonizzarlo un anno dopo la sua morte !

 

************************************************************************************************

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it * 

************************************************************************************************

5 1 vote
Article Rating
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Antonio
11 mesi fa

Grazie

Giordana
11 mesi fa

Bella storia… decisamente altri Tempi