1 MAGGIO 2021: TERZO ANNIVERSARIO DELLA NUOVA EDIZIONE TELEMATICA DE , LO STORICO QUOTIDIANO DEMOCRISTIANO, DIRETTO DAL 2004 DA ANGELO SANDRI

1 MAGGIO 2021: TERZO ANNIVERSARIO DELLA NUOVA EDIZIONE TELEMATICA DE <IL POPOLO>, LO STORICO QUOTIDIANO DEMOCRISTIANO, DIRETTO DAL 2004 DA ANGELO SANDRI
Michele Battiloro (Napoli)

A cura di Michele Battiloro (Torre del Greco / provincia di Napoli).

michele.battiloro@dconline.info

Segretario nazionale del Dipartimento “Internet ed Innovazione tecnologica” della Democrazia Cristiana.

< 1 MAGGIO 2021: TERZO ANNIVERSARIO DELLA NUOVA EDIZIONE TELEMATICA DE <IL POPOLO>, LO STORICO QUOTIDIANO DEMOCRISTIANO, DIRETTO DAL 2004 DA  ANGELO SANDRI >

Il 1 maggio 2018 usciva la prima edizione telematica de < IL POPOLO > della DEMOCRAZIA CRISTIANA, la storica testata giornalistica del partito dello scudocrociato, fondato il 5 aprile 1923 da Giuseppe Donati ed espressione dei cattolici democratici.

< Il Popolo > nacque come organo di stampa del Partito Popolare Italiano di don Luigi Sturzo e si caratterizzò per l’acceso antifascismo, che si acuì ulteriormente dopo il delitto Matteotti.

Molto inviso al regime (fu definito “giornale pericoloso” nelle informative della polizia a Mussolini) Il Popolo venne sciolto il 19 novembre 1925.

Tra il 23 ottobre 1943 e il maggio 1944 vennero riprese le pubblicazioni con una edizione clandestina, dopo la diffusione – fatta nel periodo luglio-agosto – dell’opuscolo contenente le “Idee ricostruttive della Democrazia Cristiana“.

Autori e collaboratori del giornale, nelle sue 9 uscite clandestine, insieme con Alcide De Gasperi, furono Giulio Andreotti, Guido Gonella, Giovanni Gronchi, Franco Nobili, Mario Pastore, Giovanni Sangiorgi, Mario Scelba, Giuseppe Spataro.

< Il Popolo > torna nelle edicole il 6 giugno 1944, con la firma ufficiale del nuovo direttore, Guido Gonella e diventa organo ufficiale della Democrazia Cristiana (movimento che si era andata raccogliendosi intorno ad Alcide De Gasperi), con edizioni regionali a Milano, Firenze, Napoli.

Dopo la scellerata decisione di Mino Martinazzoli and company di tentare di sciogliere la D.C. iniziò un periodo alquanto travagliato.

Nel 1995, con la scissione all’interno del partito fra l’ala di Rocco Buttiglione, che auspicava l’intesa con le forze di destra, e quella di Gerardo Bianco, che invece auspicava l’ingresso nella coalizione di centrosinistra, a seguito del famigerato ed illegale “Accordo di Cannes” il giornale IL POPOLO venne  affidato al nuovo Partito Popolare Italiano.

Nel 2002, all’ingresso del Pasrtito Popolare Italiano nella Margherita, < IL POPOLO > venne abbandonato (per editare il giornale “Europa”, appunto l’Organo di stampa ufficiale della “Margherita”) e sospese le pubblicazioni per oltre due anni,

Nel novembre del 2004 la Democrazia Cristiana, guidata da Angelo Sandri, si premurà di registrare la gloriosa testata giornalistica de < IL POPOLO >, onde poterle garantire opportuna continuità e così ripresero le pubblicazioni cartacee del giornale fino alla data del 1 maggio 2018, allorchè iniziarono le pubblicazioni “online”.

Con il progredire della tecnologia e l’avvento della telematica si decise infatti di pubblicare il giornale in una forma più moderna, dando così continuità alla storica testata giornalistica de < IL POPOLO >.

Il giornale della Democrazia Cristiana è dunque reperibile sul sito internet < www.ilpopolo.news > con tutta una serie di articoli che vanno al di là della quotidianità, proprio grazie all’innovazione tecnologica, che dà la  possibilità di pubblicarli ad ogni ora del giorno e soprattutto di divulgarli in ogni parte del mondo in tempo reale.

Inoltre si è deciso di associare al sito internet del giornale anche una pagina ufficiale facebook de < IL POPOLO > di cui all’indirizzo < facebook.com/IlPopolo.News > per dare maggiore visibilità e risalto alle notizie diffuse in tempo reale.

Si è così garantità quella continuità con l’obiettivo di poter – tra non molto – tagliare il traguardo del secolo di attività giornalistia della storica testata giornalistica democristiana.

Per un tanto appuntamento dunque al 5 aprile 2023 !

Una risposta a "1 MAGGIO 2021: TERZO ANNIVERSARIO DELLA NUOVA EDIZIONE TELEMATICA DE , LO STORICO QUOTIDIANO DEMOCRISTIANO, DIRETTO DAL 2004 DA ANGELO SANDRI"

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato