LAURA ALLEVI (ASCOLI PICENO): TORNA A BRILLARE IL PARTITO DEL POPOLO: LA DEMOCRAZIA CRISTIANA !

LAURA ALLEVI (ASCOLI PICENO): TORNA A BRILLARE IL PARTITO DEL POPOLO: LA DEMOCRAZIA CRISTIANA !
Francesca Celentano

A cura di Francesca Celentano (Ascoli Piceno) *

francesca.celentano@dconline.info

Segretario regionale del Movimento femminile e per le Pari Opportunià / Settore Giovani della Democrazia Cristiana della regione Marche.

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

< LAURA ALLEVI (ASCOLI PICENO): TORNA A BRILLARE LA DEMOCRAZIA CRISTIANA – IL PARTITO DEL POPOLO ! >

Il Segretario generale dell’Ufficio naz.le per il Tesseramento alla Democrazia Cristiana per l’anno 2020/2021 Laura Allevi (Ascoli Piceno) rimarca l’importanza dell’adesione al partito dello scudocrociato in modo da sostenere in maniera fattiva e convinta l’azione che la Democrazia Cristiana sta sviluppando su tutto il territorio nazionale, anche in vista degli importanti appuntamenti elettorali che ci attendono nei prossimi mesi.

<< Abbiamo la necessità – sottolinea Laura Allevi – di irrobustire sempre di più le file della Democrazia Cristiana in modo da raggiungere quel livello operativo che ci permetterà di non soggiacere ai ricatti delle forze politiche che spadroneggiano in questo sistema politico/parlamentare, basato su sistemi elettorali ben poco liberi e ben poco rispettosi verso quei principi di sovranità popolare su cui si basa la nostra Repubblica e come chiaramente espresso dalla nostra Costituzione.

L’obiettivo che ci prefiggiamo di raggiungere da qui al 2021 è quello di toccare le OTTANTAMILA adesioni, in modo tale che non vi saranno più problemi a raccogliere le liste di presentazione alle prossime elezioni nazionali, così come potremo sicuramente poterci presentare in tutte le competizioni elettorali ad ogni livello di competenza.

In questa opera di possente riorganizzazione siamo accompagnati da due buone notizie.

La prima è che si sta consolidando la volontà delle varie componenti democristiane a riunificarsi in un’unica struttura politica ed organizzativa e questo permetterà – “viribus unitis” – di poter meglio affrontare le sfide che ci attendono guardandoci all’esterno dai nostri consueti avversari politic.

La seconda è che sta crescendo la possibilità di utili sinergie con le altre forze politiche centriste le quali guardano sempre di più alla Democrazia Cristiana come imnportante e serio interlocutore sia dal punto di vista politico, che organizzativo.

Ragioni queste per intensificare gli sforzi e riportare la Democrazia Cristiana ai quei livelli di efficienza e di partecipazione che tendono ad avvicinarsi sempre di più a quell’entusiasmante modello politico rappresentato – da sempre –  dal partito che fu di don Sturzo, De Gasperi e Aldo Moro: la DEMOCRAZIA CRISTIANA ! >>

********************************************************************************

A cura di Francesca Celentano (Ascoli Piceno) *

francesca.celentano@dconline.info

Segretario regionale del Movimento femminile e per le Pari Opportunià / Settore Giovani della Democrazia Cristiana della regione Marche.

www.ilpopolo.news *

www.democraziacristianaonline.it *

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Merlo
Merlo
2 anni fa

Cosa pensate in tema di politiche fiscali? Siete favorevoli ad una idea di tassazione progressiva? Siete favorevoli al diritto all’istruzione universitaria,alla scuola ed all’Università pubblica? Allo stesso modo,siete favorevoli al sostegno alla sanità pubblica? Avete questa impostazione oppure siete una riproposizione del centrodestra? Ed ancora…come vi schierate sullo scacchiere internazionale per quanto riguarda la politica estera? Quale potrebbe essere il vostro rapporto con la politica estera delle lobbies americane? Proponente una politica di relazioni con i Paesi orientali e non la solita impostazione vetero-atlantista su uno scenario attuale,che non è,infatti, più quello della Guerra Fredda? Vi si chiederebbe di rispondere positivamente a tutte queste domande,senza rinunciare ai valori cristiani ed all’anti-laicismo al quale si fa riferimento nell’ambito della propaganda di partito.