Come contrastare l’aborto dilagante !

Come contrastare l’aborto dilagante !

A cura di Caterina Cirene (Aprilia/provincia di Latina) * caterina.cirene@dconline.info

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it * #RIVOGLIOLADC

< Come contrastare l’aborto dilagante ! >

La legalizzazione dell’aborto che dilagherebbe oramai in tutto il mondo subisce un’ulteriore dilatazione rilevante.

Infatti sarebbero stati aboliti anche gli storici limiti giuridici alle pratiche dell’aborto ancora vigenti  invece, nella Confederazione australiana e nel Principato di Monaco che  autorizzerebbero l’aborto solo in caso di malformazioni fetali, di rischi per la donna e di stupro.

L’unico limite che dovrebbe rimanere in piedi, riguarderebbe la tempistica ovvero il poter consentire un aborto solo nel primo trimestre gestazionale.

Ovviamente Chiesa cattolica e Associazioni per la vita, come “Pro life” protesterebbero come sempre anche se l’impatto mediatico della notizia nei Paesi interessati è molto ridotto a livello internazionale.

Inoltre ci sarebbero da considerare i molti consensi registrati tra la gente comune.

Questo potrebbe essere dovuto al mancato riconoscimento da parte dei più del nascituro come vita.

Oggi alcune aree politiche lo sosterrebbero fortemente e quindi sarebbe non rispettare la sua esistenza presente e futura.

In realtà, tuttavia, ci sarebbe una larga fetta di persone che riterrebbe l’embrione già vita ma verrebbe riconosciuta solo alla madre l’esclusività sulla vita del figlio.

Come conseguenza di questa legalizzazione mondiale dell’aborto, sarebbe sempre di più messa da parte la figura del padre cui verrebbe sottratto potere decisionale.

E da qui quindi deriverebbe una frammentazione della famiglia che risulterebbe tale in apparenza ma non nel profondo e nemmeno culturalmente .

Ci sarebbe da considerare il mancato impegno di alcuni fedeli che vigilino affinché sia lo spirito a primeggiare sul sociale.

Ci sono gli aiuti alla vita che non andrebbero però affidati alla sociologia, come da deriva ormai consolidata ma a chi predicherebbe dal pulpito, a chi dice “sì alla vita” senza mezze misure..

Sarebbe un trionfo del bene sul male relegato solo ai veri cristiani e non a tutta la comunità.

 

A cura di Caterina Cirene (Aprilia/provincia di Latina) * caterina.cirene@dconline.info

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it * #RIVOGLIOLADC

 

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments