Una sferzante analisi politica di Alfredo Giacometti (Napoli) sui doveri della Democrazia Cristiana.

Una sferzante analisi politica di Alfredo Giacometti (Napoli) sui doveri della Democrazia Cristiana.

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *  di ALFREDO GIACOMETTI * La presa di posizione sull’attuale momento politico italiano da parte di Alfredo Giacometti (Napoli), Responsabile nazionale del Dipartimento <propaganda> della D.C.

 

Sta circolando sui social un video, contenente una canzone, se vogliamo anche piuttosto scherzoso, che però richiama con precisione la drammatica condizione degli Italiani oggi.

Angelo Sandri e Vincenzo D’Onofrio a Napoli (Congresso regionale della D.C. della Campania 1 luglio 2017)

Invece di continuare a parlare e sparlare 24 ore al giorno, senza approdare a nulla, se non a dare una mano a chi la Democrazia Cristiana l’ha distrutta, è necessario parlate di organizzazione e di programmi concreti.

E quando un qualsiasi Governo si permette di proporre e fare una legge come il “decreto dignità”, che fa ritornare indietro l’Italia di almeno 30 anni, invece di continuare a sparlare inutilmente, sarebbe opportuno prendere una posizione precisa e – se occorre – scendere anche in piazza così da far capire da che parte stiamo.

Solo così si potrà ricostruire una nuova Democrazia Cristiana e non si avrà più bisogno di vari  “illustri” personaggi che senz’altro avranno la loro bella notorietà ma che – alla fin fine – hanno anche rappresentato lo sfascio del nostro partito. Qualcuno mi ha detto che lo stanno facendo solo per far riunificare il partito, ma che poi faranno i “padri nobili” lasciando spazio al rinnovamento. Io sono personalmente molto scettico e staremo a vedere.

L’esperienza che abbiamo vissuto in Campania, guidati dall’indimenticato Vincenzo D’Onofrio e dal Segretario nazionale DC Angelo Sandri, ha dimostrato che con l’attività di alcuni mesi e con gente nuova, avevamo riacceso l’interesse e la speranza di gran parte dell’opinione pubblica.

Non vorrei si corresse il rischio che questa bella esperienza vada oogi già a naufragare !

In Italia, un impresa paga almeno, nel migliore dei casi , il 75% di tasse e non gli bastano per sopperire a tutte le malefatte che i vari governi, ad oggi ci hanno fatto digerire. Il regime, invece, appare sempre più affamato.

Lungi da me accusare qualcuno: in questo caso dovrei accusare prima me stesso per non aver fatto abbastanza, a suo tempo, per fare in modo che l’Italia non precipitasse nel baratro in cui è attualmente.

Io ho lottato molto, perché lo avevo previsto, ma non abbastanza per far invertire la tendenza.

Un’immagine dei partecipanti all’Assemblea della Democrazia Cristiana soltasia al Teatro Augusteo a Napoli il 16 dicembre 2017

Oggi noi tutti siamo prigionieri di un regime basato sulla prevaricazione dei diritti sociali.

Purtroppo di questo regime fanno parte ampie lobby traversali appartenenti alle forze politiche, al potere finanziario ed a ampie porzioni delle istituzioni dello stato, magistratura inclusa.

Tutto questo si traduce in perdita di libertà !

Il successo del movimento 5 stelle è la prova che il popolo è alla frutta e cerca nelle varie proposte le alternative. Ed è così che nasce l’attuale Governo che è soltanto un grande palazzo costruito sull’argilla.

Purtroppo pare che saranno proprio costoro che, basandosi solo sulle loro teorie, in quanto assolutamente mancanti di qualsiasi esperienza, cultura e/o ideale, dovranno decidere un cambiamento che a giudicare da come hanno iniziato sarà arduo e probabilmente negativo.

Sono mesi che si parla soltanto di immigrati, di evasione e di diritti.

Non ho sentito ancora parlare di doveri.

L’unico dovere richiesto, sempre più consolidato, al momento, è quello di subire una pressione fiscale e maggiori obblighi contributivi divenuti oramai insostenibili e che finiscono per rendere legittima l’evasione fiscale agevolando alla fine i veri malfattori.

ALFREDO GIACOMETTI – NAPOLI

Una risposta a "Una sferzante analisi politica di Alfredo Giacometti (Napoli) sui doveri della Democrazia Cristiana."

  1. Franco Capanna   5 Agosto 2018 il 12:36

    ALFREDO GIACOMETTI.
    “Parlare e sparlare 24h senza approdare a nulla,perdere tempo…..”.Una mera analisi ficcante,incisiva,sobria;un severo monito a inutili oratori perditempo,menefreghisti,a coloro fanno promesse facili a carico del proprio interesse.Giacometti,grazie! Siamo stanchi! Verissimo,si parla sempre e solo di immigrati quasi fosse l’unico problema.I grandi problemi sono sempre lì come spada di Damocle nelle irrisolte.Chi scrive è un semplice sindacalista di provincia e pur in battaglie cruenti,sfiancanti ha raggiunto obiettivi sociali notevolicontro il remare contro del mio stesso sindacato afflitto dal morbo del” parlare a vuoto 24h in congressi inutili,perniciosi”. La gente muore giorno dopo giorno e non è vero il non arrivare a fine mesi già la prima settimana sono al verde!Mangiano pane e pasta. Ricetta reale esclusa dai soloni della politica che impongono notizie di mera falsità con la connivenza di troppi.Non intendo uno stupido panegirico ma reale riconoscimento alle rare figure di valore ma dinamiche,sobrie,moderne,concrete parlo del ” Giusto fra la terra ovvero Angelo Sandri,in iniziativa concreta presso una categoria alla fame di cui il governo succhia persino le elemosine,parlo delle religiose”. Uno dei tanti scandali del nostro tempo. Oggi lei con una breve ma eccellente analisi e tanto di cappello a chi nei capelli bianchi la scorza del combattente e monito ai laureati del cavolo e tutti coloro giocano partite sporche nel colpire i moribondi,i senza voce.Franco Capanna,Teramo.