Una interessante mostra fotografica per ricordare il forte legame tra San Giacomo della Marca e Monteprandone.

Una interessante mostra fotografica per ricordare il forte legame tra San Giacomo della Marca e Monteprandone.
Fernando Ciarrocchi

A cura di Dott. Fernando Ciarrocchi (Monteprandone / AP)

fernando.ciarrocchi@dconline.info * cell. 347-2577651 *

< Una interessante Mostra fotografica per ricordare il forte legame tra San Giacomo della Marca e Monteprandone (AP) >

Con tanto di taglio ufficiale del nastro da parte del Sindaco di Monteprandone, Sergio Loggi, alle ore 12,15 di domenica 21 novembre 2021 è stata inaugurata la mostra fotografica per ricordare il ventennale dal rientro da Napoli a Monteprandone delle venerate e incorrotte  spoglie mortali di San Giacomo della Marca.

L’interessante rassegna fotografica, allestita nella medioevale rua Limbo, consta di 27 fotografie  stampate su forex.

Vi sono riportati i momenti salienti e storici sia del primo rientro  da Napoli a Monteprandone, della venerata salma di San Giacomo della Marca, avvenuto il 22 settembre 1992 in occasione del sesto centenario della nascita del Santo, nato a Monteprandone la terza domenica del mese di settembre del 1393, sia del ritorno definitivo delle incorrotte spoglie giacomiane, sempre da Napoli a Monteprandone, nell’anno 2000.

Il banner della interessante Mostra che è stato posto all’ingresso della medioevale rua Limbo

Quest’ultimo  avvenimento ha un significato straordinario: dopo secoli è stata finalmente esaudita la volontà del Santo monteprandonese San Giacomo della Marca che aveva espresso la propria volontà di morire nella sua terra natale, Monteprandone, che nei sui scritti appellava “castro meo”, e passato poi a miglior vita nel capoluogo partenopeo per obbedienza al Papa e al re di Napoli Ferdinando III.

Ebbene a distanza di venti anni dal rientro definitivo di San Giacomo della Marca nella sua terra natale   l’Amministrazione Comunale di Monteprandone ha voluto ricordare questo avvenimento storico a tutti gli effetti con una mostra fotografica all’uopo dedicata.

Il taglio inaugurale del nastro da parte del Sindaco di Monteprandone, Sergio Loggi; a sx l’assessore Cristian Ficcadenti ,a dx il consigliere Comunale Sergio Calvaresi e il Presidente Ass. “Pro Loco” Stefano Caponi.

Rivedere le foto vuol dire tornare indietro negli anni  ricordando quei momenti davvero storici che hanno visto il corale coinvolgimento non solo del paese di Monteprandone ma dell’ intera Regione Marche.

A rendere omaggio al Santo intervennero tutte le autorità civili, religiose e militari dell’intera regione marchigiana e tantissimi, ma davvero tantissimi fedeli provenienti da molti paesi limitrofi.

L’avvenimento fu definito un corale avvenimento   di fede e di vita civile di tutti i fedeli marchigiani.

Nelle menti e nei cuori di migliaia e migliaia di fede sono ancora vivi questi ricordi che appartengono alla storia del territorio e delle popolazioni che vi  vivono con il compio precipuo di trasmettere questo prezioso patrimonio storico e di fede alle giovani generazioni.

 

              **************************************************************

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

**************************************************************

 

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato