Strutture dello sport e democrazia a Latina non vengono perequativamente distribuite dall’amministrazione comunale.

Strutture dello sport e democrazia a Latina non vengono perequativamente distribuite dall’amministrazione comunale.

Strutture dello sport e democrazia a Latina non vengono perequativamente distribuite dall’amministrazione comunale neanche in periodo di pandemia.

Mirko Parisi e Toni Riggi Latina

Tale situazione sembra apparire netta in riferimento all’utilizzo delle strutture pubbliche dedicate allo sport e nel caso corrente alla Boxe. Una boxe che tiene alto il nome di Latina nello scenario nazionale ed internazionale.
È ciò che emerge da una intervista al dr. Mirko Parisi, sostenitore ed esperto della boxe a livello mondiale, nonché Responsabile Nazionale dello sport e delle attività sociali della Democrazia Cristiana.

Tanto che ha chiesto all’amministrazione comunale la disponibilità di una delle strutture pubbliche per il giorno 18 dicembre 2021 per tenere una seduta di incontri di boxe di campioni nazionali ed internazionali. Il 18 dicembre rappresenta anche la ricorrenza della nascita della città, e, quale migliore occasione di festeggiarla con un grande evento sportivo? L’istanza in tal senso inviata é stata acquisita al protocollo n. 178842/2021del 15.11.2021.
Noncurante e fuorviante il sommario riscontro dell’amministrazione comunale del 25/11/2021, adducendo scuse e riserve sulla possibilità di concedere una struttura per un evento che sostiene un duplice fine di alto valore sociale. Ovviamente non demorde Mirko Parisi e si chiede perché la convenzione instaurata con una società sportiva non comprende, come per altri comuni italiani,

Palasport Latina

la condizione di concedere periodicamente tali strutture anche ad altre attività a scelta dell’amministrazione comunale previo apposito decalogo approvato e condiviso a livello di consiglio comunale.
La partecipazione allo sport ed alle attività sociali, rappresentano momenti di grande aggregazione sociale che una amministrazione attenta tiene in primaria considerazione senza squilibri verso l’una o l’altra associazione sportiva operante sul territorio. Tutto ciò venendo meno a quanto dichiarato dal sindaco durante la campagna elettorale:- Se saremo eletti sarò il sindaco di tutti. Questa è esattamente la prova della pistola fumante che si è trattato di una falsa promessa. Non esistono sportivi di serie A e di serie B. Ecco lo sfogo di Mirko Parisi che dà la vita ed il suo tempo prezioso per attrarre giovani e migliorare la società. Anche prendendo i ragazzi dalla strada per dar loro un futuro dignitoso.
Infine, a questo punto è che si dovrà verificherà se effettivamente si rasentano abusi rispetto ai regolamenti e leggi vigenti. In questa direzione inizia una successiva richiesta di accesso agli atti per la verifica delle procedure di assegnazioni delle strutture nel rispetto della legge.  Molte altre realtà  sportive della provincia di Latina hanno come punto di riferimento le iniziative del dr. Mirko Parisi sostenuto anche dal dr. Toni Riggi Segretario Politico  della Democrazia Cristiana di Latina, si vedono sottrarre opportunità che creano aggregazioni mirate al recupero dei giovani dalla strada e da quei fenomeni di pericolo che tutti noi conosciamo e che sono in forte aumento sul territorio. In un momento di grande difficolta per la pratica dello sport legato alla pandemia, ogni amministrazione deve spogliarsi dai partitismi e concedere a tutti opportunità. Qui a Latina sembra che la politica sia rimasta a 30 anni fa, neanche la pandemia riesce a smuovere le vecchie lobby partitiche di spartizione della cosa pubblica.

 

Roma 28.11.2021
Raffaele Vicedomini
Redazione – ilpopolo.news.it

SOSTIENI LA DEMOCRAZIA CRISTIANA

ILPOPOLO.NEWS.IT

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments