< Sergio Martuscelli (D.C. Roma): lettera aperta ai fratelli democristiani >

< Sergio Martuscelli (D.C. Roma): lettera aperta ai fratelli democristiani >

< Sergio Martuscelli (D.C. Roma): lettera aperta ai fratelli democristiani >

Sergio Martuscelli (Roma)

Carissimi Fratelli Democristiani, siamo rimasti orfani per troppo tempo di un partito in cui abbiamo creduto e per il quale abbiamo combattuto e che sostenuto in tutte le maniere.

Molti di noi mantengono in se stessi i sani principi che ci sono stati insegnati dai nostri padri fondatori.

Noi, fedelmente, li tramandiamo alle nuove generazioni perché la Democrazia Cristiana è la “mamma” di tutti gli italiani, di tutti i Cristiani cattolici che in lei si riconoscono per fede e per principi.

Ora più che mai dobbiamo essere uniti per far rilanciare quello che è stato il partito che ci ha unito, davvero rendendoci uguali e consapevoli che possiamo essere tutti fratelli senza distinzione di regione e di razza.

Oggi il nostro peggior nemico non è soltanto il partito (o i partiti) avversario ma colui che autonominandosi ingiustamente portatore della bandiera democristiana non combatte certo per la sua unificazione ma da solo per interessi personali confondendo le idee e tradendo la buona fede degli italiani.

Magari inutilmente speranzoso di accaparrarsi ciò che è stato il patrimonio economico del nostro grande partito oppure per difendere ciò che di abominevole è stato compiuto nel passato.

Il tentativo dei soliti noti di far finta che nulla sia accaduto in passato e presentarsi con faccia di bronzo agli elettori italiani è ben evidente.

Ma di fatto allontanandosi totalmente dai veri principi democratici che ancora oggi teniamo vivi per il presente e per le future generazioni ! وسيلة اون لاين

Il mio appello è fatto con il cuore di chi ben ricorda personaggi illustri come De Gasperi, Sturzo, Andreotti,  Moro, Fanfani, Misasi e tanti altri che con impegno e sacrificio hanno combattuto per questo meraviglioso Paese.

Sacrificio che a volte è costato la vita come nel caso del grande statista Aldo Moro ucciso barbaramente per difendere l’equità sociale e gli ideali in cui credeva. كاس اليورو 2022

Se nel vostro cuore ancora brilla la fiamma democristiana, allora unitevi a coloro che combattono per il partito e vogliono l’unità del partito perché  come diceva Alcide De Gasperi : < solo uniti saremo forti e se saremo forti saremo liberi >.

Troppe schegge di un partito non fanno paura ma una sola ed unica entità potrà sicuramente cambiare le sorti del nostro Paese e ritornare a dare quel benessere nel quale siamo cresciuti e per il quale le generazioni passate hanno combattuto con decisione e fermezza.

L’essere democristiani non è solo aderire ad un partito ma voler formare generazioni future ai principi fondamentali di vita, su quei principi che ci ha insegnato Nostro Signore. سباق خيول  

Vi ringrazio della vostra attenzione e Vi salutò con animo democristiano 

Sergio Martuscelli (Roma).

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Francesco
Francesco
2 anni fa

Grande analisi… Sergio… Parlare con il cuore… Da democristiano…. È dura amico mio credimi… Si rema contro persino nella stessa famiglia politica… Dc… Ma andiamo. Avanti… Poiché noi siamo i veri democristiani che badia o più all’unione che all’interesse personale… Anzi ci rimettiamo… Spero lavoro a. Questa unica grande famiglia… Un abbraccio….. FZ

Franco Capanna
Franco Capanna
2 anni fa

Analisi efficace di Martuscelli; un parlare chiaro di chi ha un progetto vero ,forte ,incisivo.Da quanto ho potuto constatare in questa DC le troppe divisioni interne impediscono la via dell’ascesa.La formula vincente non ha altra diagnosi che unione tra le varie fronde o si finisce non uscire mai dalle sabbie mobili.