PARTE PROPRIO DA MILANO LA PROPOSTA PER UNA RIFORMA DELLA LEGGE ELETTORALE IN SENSO PROPORZIONALE E CON LE PREFERENZE !

PARTE PROPRIO DA MILANO LA PROPOSTA PER UNA RIFORMA DELLA LEGGE ELETTORALE IN SENSO PROPORZIONALE E CON LE PREFERENZE !
Jacopo Dozio (Monza)

A cura di Rag. Jacopo Dozio (Vimercate / provincia di Monza e Brianza)

jacopo.dozio@dconline.info * cell. 331-4053606 *

Segretario Organizzativo regionale della Democrazia Cristiana della Lombardia 

Vice-Segretario Organizzativo nazionale della Democrazia Cristiana italiana

< PARTE PROPRIO DA MILANO LA PROPOSTA PER UNA RIFORMA DELLA LEGGE ELETTORALE IN SENSO PROPORZIONALE E CON LE PREFERENZE ! > 

La Presidenza del convegno con – da sinistra – : Angelo Sandri (Democrazia Cristiana); Corrado Giardina (Movimento dei Moderati); Ivano Tonoli (Unione Cattolica) ed Andrea Brenna (il Popolo della famiglia).

Ha avuto luogo all’Hotel dei Cavalieri, in piazza Missori 1, a Milano il preannunciato convegno dei partiti moderati e di centro con l’esplicita finalità di voler formare un apposito Comitato di coordinamento nazionale per il varo di una legge elettorale con preferenze in base alla quale poter eleggere in maniera libera e democratica il nuovo Parlamento italiano.

L’intervento introduttivo al convegno di MIlano da parte del  Segretario politico di Unione Cattolica Dott. Ivano Tonoli

Dopo la esecuzione dell’inno di Mameli, è stato il Segretario politico nazionale di Unione Cattolica Dott. Ivano Tonoli a svolgere una relazione introduttiva assai appassionata e sferzante con la quale sono stati evidenziati tutta una serie di pesanti difetti esistenti oggi in Italia, causati da una situazione politica chiaramente ingessata e sottoposta a ricatti ed interferenze da parte di gruppi di potere non certo al servizio del Bene Comune

Contro questi guasti e queste pesanti storture è dunque necessario reagire con forza – ha sottolineato Ivano Tonoli – dando la parola e potere di scelta al Popolo Sovrano il quale deve poter determinare da chi vuole essere governato e che deve essere da lui “deputato”.

La moderatrice del convegno di Milano sulla legge elettorale Dott.ssa Emanuela Belcuore (Caserta)

E per far sì che queste parole non siano solo una peraltro sana retorica, bisogna velocemente mettere mano ad una legge elettorale in senso proporzionale e con preferenze.

Questo dunque l’impegno che l’Assemblea milanese svoltasi sabato 18 dicembre 2021 all’Hotel dei Cavalieri di Milano ha assunto esplicitamente ed a chiare note, dando così vita ad un Comitato di coordinamento nazionale che si radicherà presto in tutte le regioni e province italiane, con il supporto dei vari partiti e movimenti politici che hanno già aderito a questa importante iniziativa di libertà e democrazia.

L’intervento di Corrado Giardina (Movimento dei Moderati)

Il convegno e stato moderato con maestria e competenza dalla giornalista campana Emanuela Belcuore (Caserta)

Messaggi di sostegno e di adesione sono anche pervenuti dall’On. Toto Cuffaro (Palermo)e dall On.Gianfranco Rotondi (Avellino).

Dopo l’intervento di Ivano Tonoli sono susseguite le relazioni di Corrado Giardina (Movimento dei Moderati); di Andrea Brenna (Popolo della famiglia) e di Angelo Sandri (Democrazia Cristiana).

Angelo Sandri (Democrazia Cristiana)

E’ pure intervenuto in videoconferenza l’On. Beppino Gargani il quale non ha voluto far mancare il suo dichiarato appoggio ad una iniziativa così importante e meritoria.

Messaggi di sostegno e di adesione sono anche pervenuti dall’On. Toto Cuffaro (Palermo)e dall On.Gianfranco Rotondi (Avellino).

L’intervento di Andrea Brenna, Segretario politico nazionale del Popolo della famiglia

Ragguardevole anche l’intervento dell esponente democristiano siciliano Avv. Carmelo Cinnirella (Caltagirone/CT) nella sua qualità di Presidente del CESPES (Centro Studi Politici e Sociali)

Il Presidente del CESPES Avv. Carmelo Cinnirella (Catania)

Una riforma elettorale proporzionale con preferenza e l’unica strada – ha chiosato Carmelo Cinnirella – per ridare speranza a chi ha perso la fiducia in un sistema farlocco e verticistico che disattende in modo palese i principi fondamentali della Costituzione della Repubblica italiana.

Al Comitato di Coordinamento nazionale per la legge elettorale hanno dunque già aderito Unione Cattolica, il Movimento dei Moderati, il Popolo della Famiglia, la Democrazia Cristiana – intesa in tutte le sue componenti e sfacettature – e molti altri partiti, Movimenti ed Associazioni plitico/culturali hanno anticapato la loro convinta adesione a questo progetto di legge quanto mai indispensabile a garantire libertà e democrazia al popolo italiano, così come sancito inequivocabilmente dalla Costituzione della Repubblica italiana.

 

****************************************************************************

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

****************************************************************************

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments