Orizzonti di Pace: Islam e Cristianità in fraterno confronto !

Orizzonti di Pace: Islam e Cristianità in fraterno confronto !
Dott. Alessio Piccirillo (Roma)

A cura di Dott. Alessio Piccirillo (Roma)

alessio.piccirillo@dconline.info * cell. 3927455813 *

Vice-Segretario nazionale del Dip. per le Relazioni con il Mondo Ecclesiale e del Volontariato della Democrazia Cristiana

Editorialista de “IL POPOLO” della Democrazia Cristiana

Segretario regionale del Dip. per le Relazioni con il Mondo Ecclesiale e del Volontariato della Democrazia Cristiana regione Lazio 

< Orizzonti di Pace: Islam e Cristianità in fraterno confronto ! >

Si è svolta sabato scorso (8 ottobre 2022), presso il piazzale della Grande Moschea di Roma – in una cornice di grandissima serenità – la manifestazione teatrale “Francesco e il Sultano”, ispirato al famoso episodio – avvenuto nel 1219, ben 803 anni fa, durante la crociata in Egitto.

Detto episodio vide il santo di Assisi presentarsi, in pieno campo nemico, davanti al capo supremo dei musulmani, armato solo del suo saio e della sua fede incrollabile. 

Svariate – ma non tutte certe – sono le fonti dell’epoca che riportano l’accaduto. 

Quello che è sicuro è che, all’epoca dei fatti, Francesco venne rimandato indietro incolume in zona cristiana dal sultano – Malik al Kamil – cosa, questa, assai strana.

In effetti l’episodio di cui parliamo avvenne in un clima di grande tensione, dopo una cocente sconfitta dell’esercito crociato  – avvenuta il 29 agosto 1219 – in cui morirono alcune migliaia di soldati cristiani e che si concluse con la vittoria finale dei musulmani in terra d’Egitto. 

Ma, tant’è, il santo di Assisi portò a casa anche questo miracolo.

E così, sabato scorso, dopo i saluti del Segretario generale del Centro Islamico Culturale d’Italia – Abdellah Redouane – alla presenza di Fra’ Giuseppe Buffon – in rappresentanza della Pontificia Università Antoniunum – e dell’Imam della Grande Moschea di Roma, Nader Akkad (che ringraziamo per le foto di repertorio) si è potuto assistire ad un meraviglioso spettacolo. 

Vi è stato un folto pubblico intervenuto per l’occasione che ha espresso commenti estremamente positivi sulla rappresentazione.

L’Imam della grande Mosche di Roma Nader Akkad.

Si è assistito infatti ad un meraviglioso spettacolo di rievocazione che, aldilà dell’importanza al livello artistico, ha una sua profonda valenza storica attuale, visto il pesante clima politico religioso mondiale degli ultimi tempi.

Iniziative come questa, infatti, gettano delle profonde basi per quella che – mai come in questo momento cruciale della nostra storia mondiale – è una doverosa ricerca per un dialogo interreligioso.

L’Iman Nader Akkad ed il Segretario dela D.C. Angelo Sandri con un gruppo di dirigenti nazionali della Democrazia Cristiana dopo un incontro svoltosi a Roma.

E’ questa la vera chiave di successo per la pace e la fratellanza dei popoli – senza la quale rischieremmo di avviarci inesorabilmente in un pericoloso baratro, senza vie di salvezza. 

Una strada che anche la Democrazia Cristiana italiana sta cercando di coltivare attraverso i suoi contatti con la Comunità Islamica moderata e con la quale sono intercorsi già – in varie occasioni – scambi di idee e di vedute    negli incontri che si sono finora succeduti nel tempo.

 

**************************************************************************************************

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

**************************************************************************************************

                                              

 

Alessio Piccirillo                                                 

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
mm
Admin

Bello ed importante il Tuo articolo.., caro Alessio Piccirillo.. Un confronto più che fraterno per me.., direi storico, fra due religioni, islamica e cristiana, tanto importanti entrambe. Complimenti amico mio * EMANUELA PECORARIO (Roma * cell. 344-1057673 *