Martedì 26 aprile 2022 – Ore 18.00 – riunione in video-conferenza (Modalità Meet) della Segreteria politica nazionale della D.C.: la “Resistenza Democristiana” continua !

Martedì 26 aprile 2022 – Ore 18.00 – riunione in video-conferenza (Modalità Meet) della Segreteria politica nazionale della D.C.: la “Resistenza Democristiana” continua !

A cura di Filippo Bongiovanni (Firenze)

filippo.bongiovanni@dconline.info * cell. 345-2398699 *

Segretario Organizzativo nazionale Vicario della Democrazia Cristiana italiana

Vice-Segretario nazionale del Dipartimento Tutela del Cittadino e per i Diritti umani

Segretario Organizzativo regionale Vicario D.C. Toscana

e di Angelo Sandri (Udine)

segreteria.nazionale@dconline.info * cell. 342-1876463

Segretario politico nazionale della Democrazia Cristiana italiana

Direttore Responsabile de < IL POPOLO > dellla Democrazia Cristiana

< Martedì 26 aprile 2022 – Ore 18.00 – riunione in video-conferenza (Modalità Meet) della Segreteria politica nazionale della D.C.: la “Resistenza Democristiana” continua ! >

Angelo Sandri (udine) e Filippo Bongiovanni (Firenze)

La DEMOCRAZIA CRISTIANA è decisamente schierata per valori come l’Amore, l’Unità della famiglia, la Tolleranza, l’Inclusione, la Libertà, la Democrazia.

Questo però non significa che dommiamo rimanere supini e vittime di chi semina paura, odio, divisione.

Nè possiamo accettare che qualcuno possa terrorizzare le persone con restrizioni assurde e negando il bisogno e la ricerca della felicità da parte di ogni singolo individuo.

Con lo scopo dividerci rappresentano le cose in maniera completamente diversa, a seconda delle persone che interpellano.

E lo fanno usando uno degli strumenti più potenti di tutti ossia la menzogna.

E’ successo per anni (troppi), densi di battaglie legali che hanno però portato ad un punto fermo legale stabilito perfino con una sentenza della Corte di Cassazione a sezioni unite:  la numero 25.999/2010, del dicembre del 2010.

Essa sancisce in maniera incontestabile ed inoppugnabile la attuale vigenza della Democrazia Cristiana.

La sancisce inoltre restituendo la piena titolarità del partito che fu di don Sturzo, De Gasperi ed Aldo Moro, agli unici veri proprietari che – Statuto alla mano, ma soprattutto i punta di diritto – sono unicamente gli iscritti al partito della Democrazia Cristiana.

Se avessimo la bontà di ripercorrere la storia di questi ventotto anni che ci separano da quel “dannato” 18 gennaio 1994 potremmo appurare con certezza inequivocabile come sono andate le cose e giungeremmo alla determinazione che l’attuale gruppo Dirigente della Democrazia Cristiana – che al momento è guidato dal Segretario politico nazionale della D.C. Dott. Angelo Sandri – è inequivocabilmente legittimato a proseguire, secondo le norme del vigente Statuto della Democrazia Cristiana, l’esperienza storica, politica e giuridica del partito dello scudocrociato.

È questo il risultato più importante e fondamentale della cosiddetta < Resistenza democristiana >, tramite la quale si è formato un nuovo gruppo dirigente, forte e coeso, che fortunatamente si sta sviluppando ed ingrandendo ogni giorno di più.

Non vogliamo in questa sede ripeterci con cose già dette e ridette a sostegno di questa tesi che diamo per assodata.

Tanto è sicuro che ci ritorneremo sopra chissà quante altre volte !

D’altronde lo dice anche un saggio brocardo popolare che non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire.

E di vari Emilio Cugliari, Franco De Simoni, Renato Grassi Nino Luciani (rigorosamente citati in ordine alfabetico) – a parte la loro reverenda età che supera abbondantemente il limite per cui la Chiesta Cattolica Apostolica Rmana imnpone ai propri Vescovi di diventare “Emeriti” per poter lasciare spazio a pastori più giovani ed attivi – hanno anche un malformazione congenita cronica alle loro trombe di Eustachio… per quanto attiene l’ascolto delle vicende della < Resistenza Democristiana >.

Ma è prprio su questo aspetto della “traditio” alle giovani generazioni che vogliamo insistyere particolarmente.

La Resistenza Democristiana riuscirà alla lunga vincitrice ottinendo il successoche merita anche per la dichiarata volontà di coinvolgere sempre di più una squadra di giovani vincente !

Siamo felici che il trauma – che in realtà non è una nostra esperienza personale – possa rivolgersi ad un “insieme” più sempre più grande.

E quell’insieme è rappresentato proprio da una bandiera scudocrociata  che è uno dei simboli ideologici più forti del nostro repertorio ideale e culturale denominantesi  Democrazia Cristiana.

Ci rendiamo ben conto che non sono discorsi che possono essere sintetizzati troppo facilmente ma avremo senz’altro modo di riprenderli e di approfondirli nelle varie sedi in cui abbiamo la possibilità di operare.

Un’occasione ci viene fornita anche dalla riunione in video-conferenza della Segreteria politica nazionale della Democrazia Cristiana che è stata convocata per oggi martedì 26 aprile 2022, con inizio alle ore 18.00.

Oltre ai vari argomenti di attualità nazionale ed internazionale, aremo anche modo di approfondire alcuni aspetti importanti sulla Resistenza Democristiana e sulla vigenzadel nostro partito dal punto di vista storico, politico e giuridico.

La riunione avrà luogo in video-conferenza (Modalità MEET) e vi si potrà accedere con il seguente LINK.

 

       ********************************************************************************************* 

    www.ilpopolo.news *www.democraziacristianaonline.it * 

      ********************************************************************************************* 

 

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Arturo
Arturo
9 mesi fa

La storia a segnato in modo inevitabile la nostra terra e la nostra storia, chi prova A cambiare i fatti trova un muro di persone e pensieri che vengono dai grandi fondadotori della dc la giustizia a dato giustiziA , ora che la finiscono con parole e fatti, vuoi o non vuoi la Dc siamo noi