L’INVITO A TUTTI PER SOSTENERE CON IMPEGNO LE ATTIVITA’ DELL’ASSOCIAZIONE ONLUS “VILLAGGIO DEL CUORE” !

L’INVITO A TUTTI PER SOSTENERE CON IMPEGNO LE ATTIVITA’ DELL’ASSOCIAZIONE ONLUS “VILLAGGIO DEL CUORE” !

A cura di Jacopo Dozio (Vimercate/in provincia di Monza e Brianza) 

jacvopo.dozio@dconline.info * cell. 331-4053606 * 

Segretario nazionale del Dip. < Sviluppo – Marketing – Comunicazione > della Democrazia Cristiana italiana

Segretario Organizzativo regionale della Democrazia Cristiana  della Regione Lombardia

Editorialista de < IL POPOLO > della Democrazia Cristiana

< L’INVITO A TUTTI PER SOSTENERE CON IMPEGNO LE ATTIVITA’ DELL’ASSOCIAZIONE ONLUS “VILLAGGIO DEL CUORE” ! > 

Emilio Massimo Rossi (Bergamo/Milano)

Il nuovo Presidente Nazionale Onorario del < Villaggio del Cuore > Dott. Emilio Massimo Rossi (Bergamo / Milano) ha preso molto “a cuore” l’iniziativa umanitaria che sottonde a questa importante Onlus che si sta attivando con molto impegno per poter attivare progetti di solidarietà e di vicinanza a persone disagiate che meritano un concreto aiuto.

Idalia Trevisan (Imperia)

Da qui la nota che è pervenuta al nostro giornale < IL POPOLO > e che ci permette di poterVi presentare le principali finalità che l’Associazione Onlus <Villaggio del Cuore > intene perseguire.

L’Associazione è presieduta da Idalia Trevisan, di San Remo (in provincia di Imperia), che è anche dirigente ed attività della Democrazia Cristiana in Liguria.

<< Sono ormai passati oltre tredici anni dalla data del 9 luglio 2008. Credevamo sarebbe stato un giorno come tanti altri, ma quel giorno accadde un piccolo miracolo che, capimmo subito, sarebbe potuto essere il punto di partenza di una nuova vita.

Quel dì accadde quel che ancora oggi non si può non definire altro che un’espressione d’amore di là dell’umano.

Al centro di questo miracolo Eleonora (una bambina autistica) e la sua cavalla Clare.

Sembra quasi incredibile, ma la cocciutaggine di Clare nel non voler proseguire il normale svolgimento della lezione di equitazione, fece sì che la piccola Eleonora, avvicinandosi a lei con amore e dolcezza come mai si è vista, per la sua prima volta riuscì a parlare e riferendosi al pertinace equino disse: «Clare, io ti voglio bene; andiamo!».

Michele Mastrosimini (Bari)

Genitori, bambini, ragazzi, insegnanti e presenti tutti avevano gli occhi sgranati e vividi di lacrime, le gambe tremanti e il cuore che non resisteva alla cassa toracica.

E l’incredulità per ciò che si era appena verificato si trasformò subito in una festa incredibile e traboccante di gioia.

In quel festoso marasma generale, prese forma un importante concetto : «Se provassimo a ragionare ed a pensare come le persone portatrici di handicap, forse riusciremmo a progettare qualcosa che sia “come un vestito tagliato su misura” per loro».

Isabella Stasi (Milano)

In altri termini: se si riuscisse a creare luogo e/o un’Associazione dove i disabili e le loro famiglie potessero davvero integrarsi – o sentirsi integrati – nella società, laddove le persone normodotate potessero provare ad integrarsi in maniera efficace ed armonica nel mondo delle persone portatrici di handicap, questo luogo potrebbe davvero essere/ diventare qualcosa di eccezionale nella sua straordinaria normalità.

Camilla Farnesi (Perugia)

Da quella sera, quindi, si cominciò programmare il da farsi, per rendere amici e conoscenti partecipi e membri della nascente Associazione.

Purtroppo, però, incontri e colloqui con famiglie di disabilici confermarono la triste verità di Istituzioni e Partiti Politici dai grandi paroloni e di facili promesse su un “futuro possibile” per i figli o familiari disabili.

Mirella Crisafulli (Catania)

Ma anche se talvolta le Istituzioni sono lontane dall’aiutare veramente chi ha bisogno e trattano con sufficienza Associazioni come la nostra “Villaggio del Cuore O.N.L.U.S.” è stato fortemente voluto di proseguire il cammino per poter crescere e svilupparsi, giorno dopo giorno, sia in autonomia, sia grazie al sostegno quotidiano della gente comune che lo segue.

Alessia Colombo (Novara)

Le tipologiedi disabilità sono innumerevoli, quasi infinite, ma questo non deve essere di ostacolo alla reale integrazione tra disabili e normo-dotati.

Occorre invece riuscire a dare vita aduna vera e propria “onda umana”di solidarietà che si opponga con forza a tutti i falsi valori, i pregiudizi, la derisione, il bullismo, nonché all’emarginazione che naturalmente consegue a tutto ciò.

Da qui l’invito rivolto cordialmente veramente a tutti:

diamoci da fare !  >>

 

********************************************************************************************************

VILLAGGIO del CUORE – Sede Legale Nazionale: Via Martiri della Libertà, 384 – SANREMO (IM) c.a.p. 18038 * Codice Fiscale: 90087240082 * IBAN: < IT31Q 05034 22700 000 000 231191 > * Cellulare: +39 389 1321183 * e-mail: villaggiodelcuore@gmail.com 

********************************************************************************************************

 

 

 

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments