L’intervista de IL POPOLO ad Anna Beneduce: “La Democrazia Cristiana ha storia e idee per cambiare questo periodo non proficuo per la politica italiana” (Prima parte)

L’intervista de IL POPOLO ad Anna Beneduce: “La Democrazia Cristiana ha storia e idee per cambiare questo periodo non proficuo per la politica italiana” (Prima parte)
Dott. Fernando Ciarrocchi

A cura di Dott. Fernando Ciarrocchi *

fernando.ciarrocchi@dconline.info * cell. 

Monteprandone (in provincia di Ascoli Piceno)

Editorialista de IL POPOLO della Democrazia Cristiana

< L’intervista de IL POPOLO ad Anna Beneduce: “la Democrazia Cristiana ha storia ed idee per cambiare questo periodo non proficuo per la politica italiana” > (prima parte)

Il periodo che stiamo vivendo, nonostante sia tempestato dalle mille notizie sulla tremenda pandemia che non accenna a scemare, è contrassegnato, comunque, grazie a Dio, dalla ricorrenza del Santo Natale e di altre festività che ci inducono alla riflessione e a ridurre un po’ i nostri ritmi frenetici.

Di questo ne vogliamo parlare con la Dott. ssa Anna Beneduce (Salerno), Responsabile del Dipartimento nazionale della Democrazia Cristina per i Rapporti con il Mondo Ecclesiastico w del Volontariato, che abbiamo contattato in questo periodo di festività appena concluso.

Dott.ssa Anna Beneduce Resp. del Dipartimento naz.le della Democrazia Cristiana per i rapporti con il Mondo ecclesiale e del Volontariato

1) D Questi due anni di tremenda pandemia hanno stravolto molto di tutto ciò a cui eravamo più che abituati.

Il cristiano dinanzi a questo stravolgimento totale come deve porsi?

Quali risposte può dare ad un mondo non in continuo movimento ed in continua trasformazione?

R) Tutto ciò che è trasformazione può portare, nella vita degli uomini, a cambiamenti di stile di vita e quant’altro.

Questi, cambiamenti non sono accettati di buon grado in quanto tutti siamo legati alle ormai assodate consuetudini ed abitudini, sia nella sfera personale che sociale.

Interi popoli, intere generazioni, intere civiltà hanno subito inevitabili trasformazioni interne dovute ad eventi drammatici e dolorosi che sfuggono a qualsiasi ragione umana. Ma di converso solo a Dio nulla sfugge oppure rimane celato in quanto Dio è Padre Onnipotente. 

Come questi eventi dolorosi che si stanno susseguendo ai nostri giorni,  nel nostro tempo, nella nostra vita, nel nostro quotidiano da ben due anni ad oggi, a causa di questa mortale pandemia che purtroppo sta’ mietendo ormai migliaia di vittime ed al rischio di altre nel mondo.

Ed inoltre sta mettendo in ginocchio anche l’intero sistema economico mondiale con gravi ripercussioni sullo stile di vita ed abitudini delle persone in tutto il mondo. A fronte di ciò è inevitabile per l’uomo, per noi oggi,  per l’umanità intera, adattarsi ad un nuovo modo di relazionarsi con il mondo esterno,  con i propri simili e con anche altri stili di vita.

Per il cristiano è meno arduo questo compito in quanto – forte della sua Fede in Dio Padre – tutto affida nelle Sue mani: il suo tempo, la sua vita, la sua famiglia, i suoi interessi, i suoi obbiettivi, fidando sempre in Lui Fonte di ogni bene ed  interpretando nel frangente fra le righe,  fra la scia dolorosa e tragica degli eventi, la morale da dover  interiorizzare.

Non dare mai niente per scontato, in quanto solo la fine della nostra vita, il tempo da vivere su questa terra è scontato. Mai rimandare al domani quello che si potrà fare l’oggi in quanto il domani non ci appartiene. 

Godere ogni istante degli affetti della famiglia, vivere ed essere innamorati della vita e di tutto ciò che di bello essa ha da offrirci. Donare più tempo, ascolto, aiuto, sostegno, comprensione, amore, carità cristiana e rispetto ai propri simili.

E questo in grande umiltà e lealtà verso tutti in quanto l’uomo è composto da essenza divina quale figlio di Dio.

2)D E la politica? Come può, in questo contesto confuso e contraddittorio, recuperare la sua “ratio” di “arte nobile” e di servizio dello sviluppo integrale dell’uomo?

R) La politica che ha per oggetto la costituzione, l’organizzazione, l’amministrazione dello Stato, nonchè la direzione della vita pubblica, ha una grande vitale importanza e rilevanza nella vita del popolo, di una nazione, nella sua quotidianità, singolarità e globalità.

E mai come in questo momento  particolare ci si deve guardare seriamente in faccia per attenersi ad  operare al meglio per poter affrontare la triste e complessa realtà che sta vivendo la nostra Nazione a causa di questa Pandemia.

Sia sul campo economico che sul lato umano la situazione generale è stata compromesso seriamente negli interessi di vita sociale ed individuale.

Non si può più portare avanti una politica così come è’ stata intesa negli ultimi anni. 

Ma poi con quale tipo di politica la nostra vita pubblica è stata amministrata e condotta sino ad oggi? Tutto è stato una promiscuità di pensiero, ognuno inizialmente con propri intenti e poi per il potere di occupare posti di rilevanza nella politica.

Ecco che si si è uniti con altre forme di pensiero perdendo così lungo la strada i buoni propositi iniziali.

Un calderone di toni senza veri e propri ideali e valori che sono le fondamenta essenziali che servono per fare una buona ed onesta politica per il Bene Comune.

I valori cristiani soprattutto: l’onestà e la trasparenza che sono roccaforte verso attacchi esterni, forti del sacrificio e dell’abnegazione di uomini di buona volontà per il Bene Comune.

3)D Recuperare gli insegnamenti e le testimonianze dei nobili padri fondatori della Democrazia Cristiana può aiutare a ricostruire una nuova proposta politica?

La Democrazia Cristiana alla luce di tutto questo che ruolo ha o potrebbe avere?

R) La Democrazia Cristiana negli anni addietro è stata nel nome della verità una grande vera forza politica.

Lo Scudo Crociato ne è stato il Suo sacro simbolo esposto con profondo orgoglio dappertutto, in Italia, dagli italiani.

Oggi, ora che sto rispondendo a questa mia intervista sono molto emozionata in quanto ne ho seguito gli allori con l’unione e la decadenza con la divisione.

Ma penso, anzi ne sono certa, che riunendosi possa ritornare ad essere la vera forza politica di un tempo, dei miei bei tempi quando con sommo orgoglio mi onoravo di essere democristiana in quanto questa rispecchiava in pieno il mio pensiero permeato dalla mia fede cattolica.

Per cui prego ed auspico ad un incontro dei veri democristiani di una volta, animati da sani principi e valori morali cristiani, a sedersi con umiltà attorno ad un tavolo di lavoro per un dialogo, privo di screzi sterili, ed operare seriamente per il Bene Comune.

Un tanto per ottenere finalmente riunificazione della Democrazia Cristiana e rialzare le sorti del nostro Paese ridotto in macerie da tutti questi nefasti eventi causati  dalla Pandemia,

Signori nel Nome di Dio a cui noi tutti un giorno ne dovremo dare conto, per il bene del popolo italiano al quale ci onoriamo di appartenere e che poi vi benedirà, lavorate per il Bene Comune e per il bene del popolo della vostra Nazione.

 

***************************************************************************************************** 

ANNA BENEDUCE (SALERNO) * anna.beneduce@dconline.info * cell. 340-5838171 *

***************************************************************************************************** 

www.ilpopolo.news *

www.democraziacristianaonline.it * 

***************************************************************************************************** 

 

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments