LA SPORCA GUERRA DI VLADIMIR PUTIN !

LA SPORCA GUERRA DI VLADIMIR PUTIN !

A cura di Dott. CELESTE FERDINANDO (San Ferdinando / provincia di Reggio Calabria)

celeste.ferdinando@dconline.info * cell. 329-4330625 *

Segretario politico regionale Vicario della Democrazia Cristiana della regione Calabria.

<LA SPORCA GUERRA DI VLADIMIR PUTIN !> 

Credo non ci sia bisogno di rimarcare oltre la pazzia della guerra e l’ambizione di questo essere senza cuore e onore.

I suoi bombardamenti stanno devastando tutta l’Ucraina mettendo a dura prova i pacifici e laboriosi ucraini.

La risposta del popolo ucraino a questa aggressiva invasione, è stata la compattezza l’amore per la propria terra, il desiderio di libertà.

Questo crudele assassino oltre alla deplorevole guerra, che anche se impari e che dovrebbe essere combattuta nei normali canoni, la combatte facendo indossare la divisa ucraina ai soldati russi.

Oppure facendo mischiare fra la popolazione ucraina i separatisti russi.

Come se non bastasse tutto questo, sta inviando dei reparti di criminali assoldati. Assassini che combattono per il gusto di uccidere. Questo è il grande dittatore Putin.

Queste notizie sono diffuse e confermate anche dalla comunità ucraina di Gioia Tauro ove ieri (28-02-2022) si è officiata una Santa Messa per la pace.

Detti componenti della comunità ucraina di Gioia Tauro (RC) sono costantemente in comunicazione con i loro familiari in Ucraina.

Quello che sta facendo questo criminale è una pulizia etnica.

Sono veri e propri crimini di guerra. Sono crimini contro l’umanità.

Il mondo lo deve oggi contrastare e lo dovrà, un domani, giudicare e condannarlo come merita: un crudele assassino !

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Fernando
Fernando
3 mesi fa

Concordo con il Dott Ferdinando Celeste: sono crimini di guerra contro l umanità.

Giancarlo
Giancarlo
3 mesi fa

Il presidente Ucraina doveva mettersi d’accordo con Putin no con l’America e prima di fare questo doveva fare un referendum e chiedere al popolo con chi volevano stare .

Oscar Salmistraro
3 mesi fa

Condannare l’aggressore è cosa ovvia e scontata, poiché è sotto gli occhi di tutti e non si può negare, ma assolvere il provocatore (una Nato che si sposta sempre più a est con i suoi missili) è da ipocriti.