LA FATICA DI LOTTARE PER LA DEMOCRAZIA !

LA FATICA DI LOTTARE PER LA DEMOCRAZIA !

A cura di Prof. ERALDO RIZZUTI (Rende /provincia di Cosenza) * cell. 335-6290477 * eraldo.rizzuti@dconline.info * eraldo.rizzuti@tin.it * Vice-Segretario politico nazionale della Democrazia Cristiana 

Eraldo Rizzuti (Cosenza)

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

LA FATICA DI LOTTARE PER LA DEMOCRAZIA !

L’Ordine naturale sviluppa la massima energia a disposizione di tutti. L’ordine umano, invece, è un mezzo per esercitare un potere assoluto e indiscusso su tutti; è un esercizio del potere per favorire pochi e schiavizzare molti.

Il disordine e l’anarchia, prima o poi, precipitano nel caos e nella turbolenza, nell’ agitazione violenta oppure – in termini meno gravi – in irrequietezza politica, economica e sociale.

Essi, concentrano il potere effettivo nelle mani di una minoranza, per lo più operante a proprio vantaggio e contro gli interessi della maggioranza.

La complessità è altamente creativa perchè presuppone la relazione, l’impegno personale e la disponibilità verso gli altri.

Devi impegnarti a dare agli altri per ricevere da loro; fai parte di un unico ingranaggio, dove ogni singolo componente è importante: se una parte non funziona o funziona male, l’ingranaggio si blocca e non funziona più.

L’ordine è oligarchico, schiavizza l’uomo, crea povertà e disuguaglianze sociali.

Il disordine è anarchia che genera caos e calpesta le regole della convivenza di una comunità.

La complessità è DEMOCRAZIA, che se gestita male può scivolare nell’oligarchia e/o nel caos dell’anarchia e nella turbolenza.

L’uomo è chiamato a gestire la complessità, che è difficile perché lo impegna molto; essa è un equilibrio dinamico tra ordine e caos.

L’ordine dinamico non è lo stato immobile, statico e stagnante del ghiaccio e nemmeno l’incontrollabile anarchia del disordine o la perpetua distruzione del vapore, ma lo stato liquido che crea condizioni di novità e creatività, la vita stessa.

Questo sistema si trova tra ordine e caos.

È uno stato in cui ordine e disordine convivono simultaneamente.

L’orlo del caos, situandosi tra ordine e disordine, è una zona ad alto potenziale creativo ed altamente rischiosa perché precipitare nel caos significherebbe andare a finire nella turbolenza, caratterizzata dalla mancanza di regolarità, forti fluttuazioni della velocità e moti vorticosi delle particelle.

Quando la complessità si squilibra si passa al disordine e al caos.

Ed a questo punto il sistema reagisce per ristabilire “l’equilibrio originario”, perché esso è sempre il fine del disordine. L’armonia originaria, il perfetto equilibrio tra ordine e disordIne

 

A cura di Prof. ERALDO RIZZUTI (Rende /provincia di Cosenza) * cell. 335-6290477 * eraldo.rizzuti@dconline.info * eraldo.rizzuti@tin.it * Vice-Segretario politico nazionale della Democrazia Cristiana 

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Salvatore Astro
Salvatore Astro
2 anni fa

…..e…. allora, ristabiliamo l’ordine originario!…