INVITO ALLA FEDERAZIONE “DEMOCRAZIA CRISTIANA” A VOLERSI FAR CARICO DELLE PESANTI PROBLEMATICHE DELLE SUORE CLAUSTRALI.

INVITO ALLA FEDERAZIONE “DEMOCRAZIA CRISTIANA” A VOLERSI FAR CARICO DELLE PESANTI PROBLEMATICHE DELLE SUORE CLAUSTRALI.

www.ilpopolonews * di FRANCO CAPANNA *

UNA BATTAGLI ADI LIBERTA’ E DI EQUITA’ CONTRO NORME INGIESTE ED INIQUE INDEGNE DI UN PAESE CIVILE UNA VOLTA CONSIDERATO “LA CULLA DEL DIRITTO”.

La battaglia che anche questo nostro giornale sta sostenendo dalle colonne di www.ilpopolo.news a sostegno delle suore claustrali penalizzate da una iniqua normativa e non sostenute nella loro scelta di vita (come sarebbe doveroso per qualsivoglia cittadino italiano ed orami – constatato – anche straniero) sta suscitando notevole interesse e importante condivisione.

Franco Capanna – Teramo

Quanto < IL POPOLO news > ha diffuso non é passato inosservato ed anzi molte personalità di rilievo, tra cui giornalisti, professionisti e ad anche gente comune hanno molto apprezzato i concetti espressi ed hanno dichiarato la propria disponibilità a sostenere questa giusta battaglia di libertà ed equità sociale.

Un primario di medicina generale di un ospedale abruzzese ci ha scritto compimentandosi per l’ottima iniziativa e per la determinazione e caparbietà posta in campo: auguri per una positiva soluzionedi questa importante “vertenza”.

E’ importante questa solidarietà proveniente dal comparto medico: tante volte la disponibilità dei singoli può sopperire la stupidità delle istituzioni eccessivamente prese dalle loro regole e dalla loro burocrazia troppe volte fine a se stessa !

Un apprezzamento particolare proviene dalle dirette interessate, che almeno sentono una vicinanza esterna, laddove molte volte ci si potrebbe non capacitare di tanta mediocre indifferenza .

<< Siamo convinte che Voi stiate facendo tutto questo, anche per ispirazione divina e per amore di Dio. Non perdiamoci d’animo e ripetiamo: “Gesù, noi crediamo che Tu ci ami (e di prove nella vita ne abbiamo avute tutti) e siamo sicuri che Tu interverrai! Io ho constatato che funziona! Provate anche Voi, e noi, insieme, continuiamo a pregare. Cordiali saluti.>> Questo il toccante messaggio e grido di aiuto di Suor Maria Daniela e Sorelle. E numerosi altri messaggi continuano a giungere in redazione e Ve ne daremo progressivamente conto.

Angelo Sandri – Udine

Quel che preme ora rilevare è che l’azione deve passare dalla semplice denuncia all’ottenimento di risultati concreti e tangibili. Questo il pensiero del Segretario politico nazionale della Democrazia Cristiana  ANGELO SANDRI il quale auspica che di questa vicenda se ne faccia carico l’intera Federazione della Democrazia Cristiana che – lo ricordiamo – è stata recentemente decisa (il 5 luglio scorso) in una importante riunione svoltasi a Roma.

<< Sono dell’avviso – dichiara Angelo Sandri – che solo con una grande condivisione dei concetti espressi sia dal sindacalista FRANCO CAPANNA, che da tante testimonianze di persone senz’altro autorevoli per la materia trattata, si possa pensare di ottenere risultati significativi che possano essere di concreto aiuto alle suore, claustrali e non, che in questo momento stanno subendo una intollerabile discriminazione.

Un’immagine della riunione svoltasi a Roma in data 5 luglio 2018 per dar vita alla Federazione DEMOCRAZIA CRISTIANA.

Benissimo gli articoli sul POPOLO, così come su tutti gli altri giornali che ritengono opportuno “sposare” questa giusta causa; benissimo per le missive inviate ad importanti esponenti politici, italiani ed europei, che non sempre però  dimostrano uguale sensibilità rispetto a quella che dimostrano di solito in campagna elettorale…;  però adesso è giunto il momento di alzare il livello dell’azione politica in maniera tale che di questo argomento non se ne faccia una storia senza fine e si provveda con la dovuta celerità ad una soluzione equa e rapida. >>

<< E’ nostra intenzione – ha concluso Angelo Sandri – fare in modo che la neo costituita Federazione DEMOCRAZIA CRISTIANA faccia propria questa battaglia e trovi alleati attenti e partecipi, nonché gli strumenti adeguati non solo per sensibilizzare l’opinione pubblica italiana, ma fare le dovute pressioni affinchè un diritto fondamentale e costituzionalmente garantito possa essere riconosciuto ad una categoria di persone umili ma benemerite, che merita il nostro affetto e la nostra considerazione >>.

   FRANCO CAPANNA – TERAMO 

Per suggerimenti e/o precisazioni è possibile rivolgersi via mail a < segreteria.nazionale@dconline.info>.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments