“Il Popolo”: il giornale web della DC cresce perché piace alla gente comune !

Per conoscere il nostro giornale IL POPOLO si deve conoscere il pensiero editoriale e la storia di chi lo dirige e ne opera attraverso il servizio giornalistico.

“Il Popolo”: il giornale web della DC cresce perché piace alla gente comune !

Quale premessa a  questo articolo, dobbiamo sottolineare  che quelli del giornalismo costituiscono stadi di relativa rapida trasformazione nell’ambito della generale evoluzione tecnologica della comunicazione.

Antonio Gentile (Frosinone)

Il giornalismo on-line nasce negli Stati Unitii nel 1992, quando alcune piccole testate giornalistiche decidono di sperimentare il giornalismo su web per avere maggiore visibilità.

giornali principali arrivano sulla rete nel 1993, non riscuotendo però successo: la versione on-line, a pagamento, era sostanzialmente la copia della versione stampata. In pochi pagarono per qualcosa che, al solito prezzo, potevano avere in un formato più conosciuto, la prima piccola testata giornalistica a pubblicare sul web è la San Jose Mercury News, nel 1993, mentre in Italia, la prima testata ad entrare in rete fu L’Unione Sarda, nell’1994.

Angelo Sandri (Udine)

Il Giornalismo e  relativa comunicazione de “IL POPOLO”, è un giornale di servizi editoriali che nasce in versione web il primo Maggio del 2018 su iniziativa di Angelo Sandri che è giornalista e il Direttore responsabile, nonché Segretario Politico Nazionale della DC Dora Cirulli Vice Direttore e giornalista, di Pierpaolo Foti  già ex direttore storico de il popolo e ora Direttore editoriale e il sottoscritto Antonio Gentile  in qualità di Coordinatore Redazionale Giornalistico.

Chi più chi meno, tutti con 20/30  anni  di competenze e professionalità nei settori della comunicazione con particolare attenzione al multimediale, al giornalismo e all’organizzazione di importanti eventi e alle relazioni con i media.

Dora Cirulli (Roma)

La redazione giornalistica IL POPOLO è inoltre particolarmente attenta ai formati per il web, con foto e  video, oltre all’utilizzo professionale dei principali social networks. Un racconto in presa diretta che sfrutta le potenzialità del nuovo storytelling ( non è altro che l’arte del raccontare storie impiegata come strategia di comunicazione persuasiva, in special modo in ambito politico, economico ed aziendale), senza dimenticare precisione, autorevolezza e stretta attinenza all’interesse pubblico.

Pierpaolo Foti (Roma)

A soli 54 giorni dalla messa in onda del giornale on line ilpopolo.news, abbiamo riscoperto il vero senso di fare giornalismo, ne parlo in qualità di coordinatore redazionale e responsabile di tutti i giornalisti all’interno del giornale, è stata all’inizio più una scommessa, oggi è diventato un impegno morale verso i nostri tanti amici lettori che ogni giorno ci vengono a visitare sul sito www.ilpopolo.news, perché sanno che la notizia è sempre aggiornata.  Il lavoro redazionale viene organizzato con riunioni settimanali con sistema telematico, dove si affrontano la scelta dei temi d’attualità, la scrittura di articoli, interviste, analisi dei dati Analytic,selezione e invio di contatti redazionali, gestione  sui social media, creazione di info grafiche, raccolta ed analisi degli articoli che ogni giorno una ventina di giornalisti freelance sparsi in tutta Italia mandano all’attenzione della redazione (redazione@ilpopolo.news). Tutto questo può sembrare  il racconto della giornata tipo di un grande gruppo editoriale giornalistico, invece  No, è la quotidianità dell’ufficio comunicazione de Il Popolo che ci mette anima e passione per dare una logica editoriale, quella logica che nasce da una tradizione del giornale storico della Democrazia Cristiana.

Gabriella Scalas (Catania)

Ma andiamo a conosce re più da vicino la struttura tecnico-organizzativa in cui si svolge l’attività giornalistica della nostra testata IL POPOLO.  In senso più colloquiale è l’insieme dei giornalisti pubblicisti freelance che collaborano  spontaneamente e ad uso gratuito per la nostra testata. Si compone di capiredattori, coordinatori e redattori ordinari e giornalisti sparsi in tutte le città d’Italia. Dal punto di vista organizzativo si divide in  vari servizi, ad esempio  La redazione è costituita da un unico portale  in cui lavorano i redattori  che si ispirano alle Fonti dell’informazione. In un futuro ormai attuale la r. sarà sempre di più dominata dal computer. Attraverso di esso la redazione riceve le notizie, le elabora e le imposta.

La macchina trasforma le mansioni del giornalista in quella di tecnico delle notizie, capace di individuarle rapidamente nella rete telematica e di rielaborarle. Ciò comporta altresì una trasformazione del concetto di che sarà sempre meno in grado di produrre in proprio l’informazione e dovrà affinare sempre di più le sue capacità di controllo e di coordinamento sulle notizie che arrivano dall’esterno.

Un discorso a parte merita Internet il cui avvento sta veramente rivoluzionando il modo di lavorare delle redazioni e il concetto stesso di informazione giornalistica. Lo sviluppo della comunicazione elettronica offre al giornalista nuovi strumenti di lavoro e nuove possibilità di cercare documenti e informazioni da ordinare. Lo stesso giornale cambia e diventa quotidiano in rete. Cambia infine l’accesso alle fonti dell’informazione.

Nel Giornale ci sono  le cosiddette “aree tematiche” ovvero quelle pagine a cui viene affidato uno specifico settore del lavoro giornalistico (servizio). Ciascuna area tematica produce la pagina o le pagine che a essa vengono affidate. I principali servizi di del IL POPOLO sono i seguenti:
HOME PAGE-EDITORIALE-POLITICA-EUROPA- ESTERI-ECONOMIA-DECIDI DC-ATTUALITÀ-COSTUME E SOCIETÀ’- LIBRI-CULTURA RELIGIONE-SPETTACOLO-SALUTE E BELLEZZA-SPORT-DILLO AL POPOLO-LIBRI.

Editoriale : segue tutti i fatti che accadono a livello nazionale che non siano competenza della cronaca.
In particolare segue l’attività politico-istituzionale del Paese;

Esteri: segue tutti i fatti, anche di cronaca, che avvengono fuori dai confini nazionali;

Economia: riguarda tutti gli avvenimenti del panorama economico nazionale e internazionale, con particolare riguardo alle politiche economiche, banche, borse, imprese e commercio. Grande spazio ottiene la tematica del mondo del lavoro e di tutte le problematiche sindacali;

–  Spettacolo : eventi di moda, artistiche nazionali, concerti e cinema.

Costume e Società: si occupa dei fatti legati alla evoluzione sociale (spesso è inglobato nel servizio di cultura e spettacolo);

Cultura : tutti gli approfondimenti nazionali di carattere informativo culkturale e della società con avvenimenti di attualità.

religione: segue gli avvenimenti della Santa Sede  e della Chiesa cattolica in Italia e nel mondo, segue altre sì l’attività e le problematiche di tutte le altre confessioni religiose, i temi dell’ecumenismo e del dialogo inter religioso;

Sport : copre tutti gli avvenimenti sportivi nazionali e all’estero.

Libri: la selezione dei libri più letti in Italia e primi nelle classifiche internazionali.

Salute e Bellezza: segue articoli su ricette enogastronomiche, consigli per la bellezza del corpo, consigli medici e tecnici di esperti e professionisti del settore medico .

Dillo al Popolo: articoli di comunicazione di intrattenimento e di informazione di cultura generale.

In questo nuovo modello di giornale on line, nasce la figura del  Coordinatore/redattore capo giornalistico, il suo ruolo è quello di svolgere un interessante ruolo di coordinamento complessivo e di attribuirne la responsabilità di un servizio. La sua figura mantiene grande peso e responsabilità all’interno di un giornale. Tra le sue attitudini e qualità: capacità di scegliere ed elaborare giornalisticamente le notizie, autonomia operativa, intuito giornalistico, capacità organizzativa di uomini e mezzi, rapidità decisionale, progettualità e inventiva nella composizione delle pagine di sua competenza. Tra le sue mansioni principali, la partecipazione alle riunioni di redazione in cui si decide il contenuto dei giornali e garantisce maggiore vicinanza alle fonti della notizia e una diffusione più capillare del controllo giornalistico sul territorio.

Per meglio seguire le notizie in tempo reale il lavoro del  nostro webmaster, esperta di Internet, la Dr.ssa Gabriella Scalas ha da poco ultimato e messo on line la APP dedicata al giornale,  la potete trovare con sistema Android di Google, e scaricare comodamente e gratuitamente sul vostro smartphone, come fare è semplicissimo: andate su Play Store  e trovare la App :  il Popolo della Democrazia Cristiana.

Tra non molto su internet anche il nuovo sito di www.democraziacrisrtianaonline.info  che è stato reso più veloce nell’accesso e più semplice nell’individuare le pagine telematiche, il tutto reso più gradevole da un restyling  di impatto.

Un grazie va a tutti i giornalisti che stanno scrivendo per il popolo: Graziella Duca Arcuri, Michele Alagna, Danilo Bazzucchi,  Lorenzo Capezzali, Gianmaria Cappi, Dora Cirulli, Augusto D’Ambrogio, Mioara Done, Ellera Ferrante di Ruffana,  Pierpaolo Foti, Nicolò Francesconi, Davide Galassi, Antonio Gentile, Lorenzo Giustetto, Salvatore Izzo, Ilaria Gobbi, Maria Grazia Lenti, Maria Lopreato, Nicola Marsico, Virginio Parabita, Salvatore Petrone, Alessandro Pinto, Sabri Pinton, Fabio Raudino, Eraldo Rizzuti, Maura Ricci, Angelo Sandri, Anna Rita Santoro, Gabriella Scalas, Roberto Sensoni, Maria Lucia Tatangelo, Loredana Vaccarotti, Katia Zaffonato,

Passi da giganti per il giornale IL POPOLO che racconta anni di esperienza e che viene messa a disposizione dei nostri lettori, in aumento giorno dopo giorno, i quali così – in un modo o in un altro – riescono a comprendere che la tecnologia a volte è una vera e propria fonte di informazione.

di Antonio Gentile

 

 

 

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments