Il Movimento femminile e per le Pari Opportunità della Democrazia Cristiana della provincia di Cosenza si impegna a sostegno dei diritti umani, quale garanzia di progresso civile in ogni Paese del mondo > (prima parte).

Il Movimento femminile e per le Pari Opportunità della Democrazia Cristiana della provincia di Cosenza si impegna a sostegno dei diritti umani, quale garanzia di progresso civile in ogni Paese del mondo > (prima parte).

A cura di Latifa Aboutaib (di Crosia/provincia di Cosenza) * latifa.aboutaib@dconline.info * Segretario provinciale del Movimento femminile e per le Pari Opportunità della Democrazia Cristiana della provincia di Cosenza.

Latifa Aboutaib (Crosia/CS)

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it * 

#RIVOGLIOLADC

< Il Movimento femminile e per le Pari Opportunità della Democrazia Cristiana della provincia di Cosenza si impegna a sostegno dei diritti umani, quale garanzia di progresso civile in ogni Paese del mondo > (prima parte).

Il Movimento femminile e per le Pari Opportunità della Democrazia Cristiana di Cosenza ha deciso di sviluppare un’azione concreta ed incisiva a sostegno die diritti umani, a qualsiasi livello di competenza.

Vogliamo dunque in questa direzione, in quanto siamo convinti che difendere e tutelare i diritti umani è la valida garanzia per un futuro migliore, a misura d’uomo, per tutte le società in qualsiasi Paese del mondo.

Il punto di partenza deve essere proprio la conoscenza della DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL’UOMO che l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha promulgato il 10 dicembre 1948.

La dichiarazione universale dei diritti dell’uomo va inteso come un ideale comune da raggiungersi da tutti i popoli e da tutte le Nazioni, di modo che ogni individuo ed ogni organo della società, avendo costantemente presente questa Dichiarazione, deve sforzarsi di promuovere, con l’insegnamento e con l’educazione, il rispetto di questi diritti e di queste libertà, in modo da garantire, con misure di carattere nazionale e internazionale, l’universale effettivo riconoscimento e rispetto tanto fra i popoli degli stessi Stati membri, quanto fra quelli dei territori sottoposti alla loro giurisdizione».

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI

Il Segretario regionale Mov. femminile D.C. della Calabria Silvana Savaglio (Cosenza)

Articolo 1
Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.

Articolo 2
1) Ad ogni individuo spettano tutti i diritti e tutte le libertà enunciate nella presente Dichiarazione, senza distinzione alcuna, per ragioni di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o di altro genere, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione.
2) Nessuna distinzione sarà inoltre stabilita sulla base dello statuto politico, giuridico internazionale del paese o del territorio sia indipendente, o sottoposto ad amministrazione fiduciaria o non autonomo, o soggetto a qualsiasi limitazione di sovranità.

Il Presidente nazionale Vicario della D.C. Dott.ssa Graziella Duca Arcuri (Rende/prov. Cosenza)

Articolo 3
Ogni individuo ha diritto alla vita, alla libertà ed alla sicurezza della propria persona.

Articolo 4
Nessun individuo potrà essere tenuto in stato di schiavitù o di servitù; la schiavitù e la tratta degli schiavi saranno proibite sotto qualsiasi forma.

Articolo 5
Nessun individuo potrà essere sottoposto a tortura o a trattamento o a punizioni crudeli, inumane o degradanti.

Articolo 6
Ogni individuo ha diritto, in ogni luogo, al riconoscimento della sua personalità giuridica.

Il Segretario nazionale del Movimento femminile della D.C. Rag.ra Katya Omes (Milano)

Articolo 7
Tutti sono eguali dinanzi alla legge e hanno diritto, senza alcuna discriminazione, ad una eguale tutela da parte della legge. Tutti hanno diritto ad una eguale tutela contro ogni discriminazione che violi la presente Dichiarazione come contro qualsiasi incitamento a tale discriminazione.

Articolo 8
Ogni individuo ha diritto ad un’effettiva possibilità di ricorso a competenti tribunali nazionali contro atti che violino i diritti fondamentali a lui riconosciuti dalla costituzione o dalla legge.

Articolo 9
Nessun individuo potrà essere arbitrariamente arrestato, detenuto o esiliato.

Articolo 10
Ogni individuo ha diritto, in posizione di piena uguaglianza, ad un’equa e pubblica udienza davanti ad un tribunale indipendente e imparziale, al fine della determinazione dei suoi diritti e dei suoi doveri nonché della fondatezza di ogni accusa penale gli venga rivolta.

 

A cura di Latifa Aboutaib (di Crosia/provincia di Cosenza) * latifa.aboutaib@dconline.info * Segretario provinciale del Movimento femminile e per le Pari Opportunità della Democrazia Cristiana della provincia di Cosenza.

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it * #RIVOGLIOLADC

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato