IL MESSAGGIO CHE “1 MEDICINA E SALUTE” INTENDE DARE CON LE SUE TRASMISSIONI TELEVISIVE !

IL MESSAGGIO CHE “1 MEDICINA E SALUTE” INTENDE DARE CON LE SUE TRASMISSIONI TELEVISIVE !
Dott. Antonio Aquilino

A cura di Dott. Antonio Aquilino (Milano)

antonio.aquilino@dconline.info * cell. 333-6306234 *
Vice-Presidente nazionale della Democrazia Cristiana
Segretario nazionale Dip. “Lavoro e rapporti con le Organizzazioni sindacali di categoria” della D.C.

< IL MESSAGGIO CHE “1 MEDICINA E SALUTE” INTENDE DARE CON LE SUE TRASMISSIONI TELEVISIVE ! >

Ogni sera, dalle ore 21.00 alle 21.30, dal lunedì al venerdì potete seguire su BOM channel (canale 68 del digitare terrestre) la trasmissione < 1 Medicina e salute > condotta quotidianamente dal sottoscritto.
Nel corso della trasmissione vengono trattati interessanti argomenti di natura medica, con particolare riferimento agli aspetti medico/chirurgici, anche se la trasmissione spazia in generale su tutti i temi che interessano la medicina e la salute.
Va osservato – preliminarmente – che purtroppo la medicina non si è sviluppata in tutto il mondo nella stessa maniera, ma solo in alcuni Paesi ha raggiunto livelli elevati di qualità e di risultati.
Nel 90% dei paesi del mondo la medicina invece non è ancora alla portata di tutti, ha risultati talvolta scadenti e le strutture sanitarie sono piuttosto carenti.
Quindi il primo messaggio è quello che la trasmissione intende veicolare è che sentiamo il dovere di portare la nostra cultura e la nostra esperienza anche in altri Paesi, perché questo è un dovere di chi ha qualcosa in più da condividere con gli altri.
Vi è poi un secondo messaggio di natura Sociale
Ci sono miliardi di persone – ed in particolare segnaliamo l’ Africa con un miliardo e trecento milioni di abitanti – che hanno condizioni davvero deficitarie.
Per esempio in Afgrica esistono solo due centri, in Sudafrica e al Cairo, dedicati ai bambini, quando in Europa, nello stesso settore, ce ne sono più di 150.
Il messaggio sociale che vogliamo quindi dare è che non si può pensare che tutti questi Paesi vivano sempre senza poter raggiungere il livello dei Paesi più industrializzati.
Dobbiamo pertanto aumentare le iniziative a favore di collaborazioni sociali con i Paesi in via di sviluppo, per poterli aiutare nella creazione di centri e nello sviluppo della medicina,
Crediamo che questa sia una svolta importante per cercare di riunire i popoli e ridurre le differenze che tuttora esistono le varie aree del mondo, tra quelle più fortunate e quelle che attualmente sono maggiormente sfavorite.
La situazione italiana è ad un buon livello, con a disposizione professionisti tra più esperti nel mondo.
Ed è proprio per questo motivo che, andando in questi paesi meno fortunati, portiamo avanti il nome dell’Italia nello sviluppo del trattamento delle varie patologie.
Ed inoltre diamo un chiaro segnale di non chiusura ma di apertura per una sempre più efficace collaborazione tra i popoli.
***************************************************************************************

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

***************************************************************************************
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments