LA DEMOCRAZIA CRISTIANA ITALIANA INTENDE PROPORRE DENUNCIA QUERELA NEI CONFRONTI DEGLI INDEGNI ORGANIZZATORI DEL FESTIVAL DI SAN REMO PER CONCLAMATA STUPIDITA’ MENTALE

LA DEMOCRAZIA CRISTIANA ITALIANA INTENDE PROPORRE DENUNCIA QUERELA NEI CONFRONTI DEGLI INDEGNI ORGANIZZATORI DEL FESTIVAL DI SAN REMO PER CONCLAMATA STUPIDITA’ MENTALE
Loredana Di Lorenzo

A cura di Loredana Di Lorenzo (Tivoli / provincia di Roma) * loredana.dilorenzo@dconline.info

Angelo Sandri

Segretario provinciale del Dipartimento “Legalità e Giustizia” della Democrazia Cristiana della provincia di Roma

e di Angelo Sandri (Cervignano del Friuli/Udine) * segreteria.nazionale@dconline.info

Segretario politico nazionale della Democrazia Cristiana * 

< LA DEMOCRAZIA CRISTIANA ITALIANA INTENDE PROPORRE DENUNCIA QUERELA NEI CONFRONTI DEGLI INDEGNI ORGANIZZATORI DEL FESTIVAL DI SAN REMO PER CONCLAMATA STUPIDITA’ MENTALE >. 

Ci si domanda cosa possa accostare il Festival della canzone Italiana, con la deliberata blasfemia che scientemente e ripetutamente è stata messa in scena sul prestigioso palco dell’Ariston.

Un palco che ha visto esibirsi per decenni veri artisti – da Battisti a Celentano, da Modugno a Milva, ed a tanti altri – che hanno dato grande lustro alla canzone Italiana in tutto il mondo.

Una ribalta che però – da qualche anno ormai – ha visto scadere l’arte canora in una agghiacciante ed offensiva pantomima satanica, cercata, costruita, voluta e quest’anno – a scanso di equivoci – esibita  proprio nel  tempo di Quaresima, periodo in cui la Chiesa Cattolica riflette sulle ferite di Cristo e sul Suo sangue versato per l’umanità intera.

E’ fuor di dubbio, dovrebbero essern e a coiboscenza anche gli idioti organizzatori del Festival sanremese – che la Costituzione della Repubblica italiana garantisce il diritto a professare liberamente la propria fede religiosa e di conseguenza anche il sacrosanto diritto a non vedere derisa o denigrata o infamata la propria tradizione cristiana.

Nei prossimi giorni la Democrazia Cristiana porrá mano ad iniziative atte a difende opportunamente questi lapalissiani principi di democrazia e di rispetto che anche gli idioti organizzatori del Festival sanremene dovrebbero conoscere.

In primis stimolando un’interpellanza parlamentare per chiedere se sia opportuno continuare a finanziare il festival di Sanremo, con l’intento di offendere la Chiesa cattolica a spese dei contribuenti.

Ma non solo questo.

In Democrazia Cristiana si ritiene – dal momento che nessuno in Parlamento si è ancora espresso per rappresentare e per dare voce ai tanti credenti estremamente indignati, in quanto si sono visti nella Kermesse Sanremese deridere e vituperare i propri sentimenti religiosi ed i propri simboli sacri – che sia urgente e doveroso agire con la dovuta forza e determinazione.

E’ doveroso esprimere profonda solidarietà al Vescovo di Ventimiglia S.E. Antonio Suetta, al quale vanno fatti pervenire i sentimenti di solidarietà e di vicinanza da parte di tutte le persone che si sentono vilipese.

Inoltre l’Ufficio legale nazionale della Democrazia Cristiana intende valutare nei prossimi giorni (quale forza politica extra-parlamentare cattolica) se vi sono i presupposti per proporre denuncia querela nei confronti degli organizzatori del Festival, sui quali – anche in questo articolo – sono stati precisati gli opportuni apprezzamenti.

La conclamata stupidità con la quale è stato organizzato e condotto questo Festival è senz’altro un elemento valutabile da tutti: rimane invece da valutare se poter concertare un’azione di responsabilità nei loro confronti + un qualcosa di percorribile oppure – in quanto idioti – possano giuridicamente opporre la propria incapacità di intendere e di volere.

 

WWW.ILPOPOLO.NEWS *

WWW.DEMOCRAZIACRISTIANAONLINE.IT * 

2 Responses to "LA DEMOCRAZIA CRISTIANA ITALIANA INTENDE PROPORRE DENUNCIA QUERELA NEI CONFRONTI DEGLI INDEGNI ORGANIZZATORI DEL FESTIVAL DI SAN REMO PER CONCLAMATA STUPIDITA’ MENTALE"