Enrico Sivori (D.C.) : La Democrazia Cristiana Ligure si prepara a scendere in piazza !

Enrico Sivori (D.C.) : La Democrazia Cristiana Ligure si prepara a scendere in piazza !

A cura di Enrico Sivori (Genova) * enrico.sivori@dconline.info * Segretario regionale per lo Sviluppo e l’Organizzazione della Democrazia Cristiana della Regione Liguria.

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

< Enrico Sivori (D.C.) : La Democrazia Cristiana Ligure si prepara a scendere in piazza ! >

La misura è davvero colma! Le imprese turistiche hanno subito e subiranno gravissime conseguenze da questa emergenza: ricavi azzerati da febbraio a giugno, un’estate difficiliaaima .

Oppure si pensa che per magia si possa compensare la perdita del 50% del mercato, ossia gli stranieri ?

E gli italiani che faranno ? Si concentreranno subito sulle vacanze al mare o in altri luoghi? Questi mesi che abbiamo vissuto sono stati realtà o un sogno?

In sintesi: si stima un calo di almeno il 70% dei ricavi nel 2020. In soldoni in Italia una perdita di circa 120 miliardi di €.!

A fronte di questo Stato di Crisi ed Emergenza che risposte abbiamo avuto: con i Decreti “Cura Italia” e “Liquidità” ?  La misura di compensare le perdite con altri indebitamenti delle imprese, una specie di schizofrenia economico-finanziaria !

Dopo un’attesa incomprensibile arrivano le prime linee guida per la riapertura che prevedono misure di fatto inapplicabili perché non sostenibili economicamente: può un ristorante stare in piedi con 8/10 coperti?

E le spiagge come si attrezzano ? A file di ombrelloni distanti 5 metri per lunghezza e 4 per larghezza?

Una presa in giro terribile perché non esiste neppure il coraggio di dire che non ci sono condizioni per riaprire. S sostiene invece il contrario mettendo le imprese in un angolo: quello della impossibilità!

E questa sarebbe la leale collaborazione con il mondo produttivo? Inaccettabile!

Infine le anticipazioni dei giorni scorsi sul DL Rilancio misure risibili e quasi irritanti con la beffa finale che alla fine il bonus vacanza alle famiglie italiane lo devono anticipare le imprese ricettive, quelle imprese che non hanno liquidità che stanno ammattendo per cercarla per prepararsi ai costi della ripresa e per pagar stipendi e fornitori!

Incredibile ma tristemente vero la sbandierata misura per il rilancio del turismo è diventata la mazzata finale!

E negli altri Stati? Riporto la dichiarazione di una persona autorevole, Elisabetta Fabri, Presidente e ad di Starhotels.

“Siamo presenti a Parigi, Londra e New York dove gli aiuti sono arrivati in tempi rapidi e a fondo perso con l’annullamento di alcune tasse sulle proprietà, abbiamo avuto la cassa integrazione e a New York un contributo a fondo perso per pagare due mensilità alla ripartenza”

Non possiamo tollerare che si agisca mettendo a rischio la tenuta del Turismo per questo per senso di responsabilità, la responsabilità di provarle tutte per salvare i lavoratori e le imprese del turismo, #scendiamoinpiazza e siamo pronti alla resistenza fiscale e a chiudere tutte le imprese fino a quando non si affronti con competenza e serietà lo Stato di Crisi del Turismo”

Lottate con noi #salviamoilturismo da chi non sa di che cosa si parli e cosa significhi gestire un’impresa!

#scendiamoinpiazza #salviamoilturismo

A cura di Enrico Sivori (Genova) * enrico.sivori@dconline.info * Segretario regionale per lo Sviluppo e l’Organizzazione della Democrazia Cristiana della Regione Liguria- 

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments