DONNE: MUSE PROTAGONISTE !

DONNE: MUSE PROTAGONISTE !

 

A cura di Franco Capanna (sindacalista, Teramo) * franco.capanna@ilpopolo.news 

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it 

< DONNE: MUSE PROTAGONISTE ! >

Il mio un matrimonio di felicità rara che improvvisamente terminava per un cancro al seno di mia moglie Pierina. Difficile fare una mappa della afflizione,ogni giorno una novità da registrare.

Il dolore di un lutto è come una lunga valle, una valle tortuosa dove qualsiasi curva puo riservare una sorpresa o un paesaggio nuovo.
Pierina
A volte le sorprese sono di segni attendibili come quel padre di Pierina con i baffetti simili ad Adolf Hitler che appena sepolta la figlia si recava con tutta la famiglia da un notaio di un paese vicino, Alba Adriatica, perché quello del paese rifiutava la commissione e letteralmente rubare ogni eredità in favore del ” figlio maschio” come usano dire i cafoni ,marchiando con tale gesto un evento doloroso come  tra le più vili infamie perpetrate da famiglia del genere umano.
Di fatto la natura sorprende quando dal letame germogliano fiori di struggente bellezza.
La chiesa e religiosi si facevano parte attiva in testimonianze scritte per esaltare le virtù eroiche di Pierina ed il Vescovo della diocesi di Teramo-Atri  Sua Ecc. Monsignor Vincenzo D’Addario,la candidava al processo diocesano di beatificazione.
I Dehoniani di Bari, come i Salesiani di Roma diffusero il suo profilo nelle proprie riviste che acquistai in cinquecento copie per porre sull’altare della chiesa del paese Abruzzese dove vivevano e a disposizione dei fedeli.
Ma  la madre di Pierina presente e non “Hitler” denominato “Ndondo’ o surd” che mai ha varcato la soglia di una chiesa, rifiutava prendere una copia omaggio posta sotto l’immagine del Sacro Cuore di. Gesù pur invitata dai fedeli e dal parroco.
Questo è il vivere l’inferno degli altri, quando gli altri sono inferno e si ha la sfortuna averli come genitori.
Bisogna vivere quei momenti per decifrare quanto supplizio dovetti sopportare per l’atroce dolore della perdita di una donna deteriminante e dato principale  non certo  le figure dei familiari relegate a figure subumane.comunque insignificanti.
Ammetto la voglia (a futuro prossimo il triste evento…) di commettere una carneficina ma un angelo posava lieve la sua mano sopra la mia spalla e mi indicava la via da seguire.
Ero un sindacalista ed abbracciai la strada degli svantaggiati, abusati, dei senza voce.
Contro le prassi affrontai padroni schiavisti, licenziamenti di comodo, sfratti esecutivi ingiusti a famiglie che perdevano lavoro aggravati da malattie crudeli e senza difese, collaboratici familiari in nero e buttate in strada perché non soddisfano le voglie di qualcuno, del resto evento non raro accaduto anche in altri ambienti di lavoro.
Capisco la crudezza di quanto scrivo ma se vogliamo migliorare questo mondo bisogna avere il coraggio della verità,come coraggio avere tolto prostitute dalla strada affrontando i loro magnaccia.
Non si pensi a me come eroe o paladino ma avevo sete e fame di giustizia e una forza misteriosa,oltre la voglia farla finita, che mi rendevano spaventosamente efficace.
Andavo di notte nelle aziende di lavoratori stagionali per dare loro contratti a norma dove rilevavo ambienti  di 150 anni fa quando agli operai si facevano calzare stivali di latta oltre il ginocchio per farli stare sempre in piedi
Tutto ho travolto con risultati vincenti e la spada conficcata nel cuore in un dolore lancinante.
Poi di colpo quella forza misteriosa mi abbandonava e mi colse la spaventosa solitudine e la morte con la falce mi girava intorno e chiesi aiuto a Gesù di farmi conoscere una donna dalle stesse virtù e bellezza di Pierina.
La grazia venne in simile sceneggiatura e dati biografici: stessa fede,amore per i poveri, cuore senza paletti,purezza di anima,sarta e ricamatrice e alcuni tratti del viso simili ,e il suo nome è Angela.
Alcune storie che hanno come protagoniste donne che,spesso, hanno condiviso con uomini che hanno avuto sentimenti , avvolte,anche drammatici.
Si dice che dietro ogni grande uomo ci sia sempre una donna straordinaria come un alcuni tra i geni più famosi della storia ,da Albert Einstein a Lewis Carroll,da Salvador Dalì a Charly Chaplin.
Donne che mai si sono viste riconoscere il ruolo chiave che hanno giocato nella vita e spesso nella fama, negli uomini si sono accompagnate,donne il cui nome non viene mai ricordato ,spesso è sconosciuto.
Eppure erano geniali; come la moglie di Einestein, Mileva Maric: l’ha aiutato nella teoria della relatività,era intelligente come,se non più,di lui,l’ho ha sempre supportato. Eppure è morta da sola, malata e abbandonata mentre lui si è sposata un’ altra donna
O ancora Gala,la musa di Salvador Dalì, relegata, appunto, al ruolo di musa.
Tutte loro sono state ferite, eppure non hanno mai mollato, sono state fedeli sono alla fine.
Ho voluto ricordare queste donne straordinarie per semantica diversa, ovvio, a me che uomo ordinario nella fortuna di due donne oltre i parametri comuni, per essere amato.
Semplicemente per concludere che la onoreficenza avuta da Niagara City,Canada, per la diffusione della cultura e opere firmate e uomo dell’anno 2020 sono un premio che consegno a loro autentiche muse protagoniste: Pierina ieri, Angela oggi.

A cura di Franco Capanna (sindacalista, Teramo) * franco.capanna@ilpopolo.news 

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it

32 Responses to "DONNE: MUSE PROTAGONISTE !"

  1. Io lo conosco Franco Capanna   25 Luglio 2020 il 19:58

    Pur diversamente anche io ho avuto viltà nel duro momento della mia tragedia.
    Francis Capanna ha a tuo un coraggio da leone per battersi : complimenti .

  2. Suore Teramo   25 Luglio 2020 il 21:56

    Grazie Franco.Lsvtua una storia adora , drammatica con un finale lucente.

  3. Suore Teramo   25 Luglio 2020 il 22:01

    Chiediamo scusa per errore che partita.
    Grazie Franco per ricevuto,la tua una storia aspra, drammatica ma con un finale pieno di luce..

  4. Franco Capanna   26 Luglio 2020 il 10:37

    Nota.
    Un percorso aspro drammatico dove al quotidiano ordinario Dio si inserisce di fatto .
    Sedici anni fa io influenzato con febbre altissima mi crollava il mondo addosso dopo avere vissuto il paradiso con una creatura di santità che sorprendeva anche me a motivo delle difficoltà oggettive comportano il vivere con percorsi inusuali così evangelici dove si è impreparati.
    Sorpreso da un Dio che credevi buono e soccorritore a chi lo loda e lo divulga e non ti aspetti possa recidere in in attimo tale incanto e permettere alle forze del male tanto accanimento ad un uomo fragile a cui viene tolto tutto .
    La tentazione di fare di fatto una strage: ribellarsi a Dio, una mattanza alla azienda Wampum che mi licenziava ingiustamente, punire le carogne dei famigliari di Pierina che festeggiarono il mio sommo dolore e profittare di una tragedia per destinare una eredità ad un figlio ( fratello di Pierina) che cattivo , bestemmiatore …in un atto notarile vergognoso dove una istituzione pubblica impersonata da un notaio compiacente e senza interpellare la controparte firmava un atto dove ignomigne di ogni sorta venivano da sancite da corrotti senza scrupoli e di ignoranza totale dove traspare crudeltà, avidità, mero interesse personale e viltà he scandalizza e sorprende anche il dio del male satana!
    Tutto hanno rubato e neppure a oggi un centesimo,dopo sedici anni anni and me marito e figlio di Pierina.
    Addirittura nel documento redatto oltre a viltà, dichiarazioni del padre della martire da fare rivoltare lo stomaco come caso emblematico la dichiarazione di avere donato ( Antonio Masi , Ndondo’ o surdo) la villa dove abitava Pierina e me scrivente!
    La villa è il frutto di anni di sacrifici nostro personali!
    Facilmente dimostrabile da pagamenti in mio possesso.
    Un notaio che pubblico ufficiale non può rendersi complice di individui le cui dichiarazioni non sono supportate da fatti reali.
    Armarsi di responsabilità perché il nostro vivere adulti di misura sulla capacità di sentirci parte di qualcosa di più grande,di una comunità ampia quanto l’ umanità intera le cui azioni di ognuno influiscono sul benessere collettivo e il destino di ciascuno è intrecciato a doppio filo con quello degli altri.
    Un tempo sempre più vuoto di speranza e di coraggio,in cui una comoda e opportunistica indifferenza è ormai divenuta la regola e anche l’ attenzione crescente per il tema ambientale,per le gravissime ingiustizie e iniquità che di consumano nel mondo,per i limiti che si consumano nel mondo ,per i limiti palesi del nostro modello di sviluppo rimane spesso confinata su un piano di critica teorica e superficiale,senza generare in noi ,nel nostro vissuto quotidiano ,nelle nostre più semplici abitudini,un reale cambiamento.
    Solo se ,come uomini e donne autenticamente adulti ,saremo capaci di portare insieme il peso di ogni responsabilità comune ,se saremo disposti a non scendere a patti con la nostra coscienza ed ad agire nel rispetto della dignità di tutti , rivendicando anche dagli altri lo stesso atteggiamento ,allora potremo ricominciare a sperare in un futuro più radioso .E anche questo tempo così travagliato e incerto sarà stato in grado di seminare in noi qualcosa di rivoluzionario.
    Inoltre capire che attraverso la croce che ha deturpato la fragile bellezza di questa terra, è possibile allargare e maturare i nostri limiti per una redenzione possibile.
    La responsabilità rinvia alla qualità della azione personale , è un atteggiamento di cui siamo chiamati a rispondere in prima persona e che non ammette alibi di fronte alle nostre scelte e alle nostre mancanze
    Franco Capanna sindacalista.

  5. Teramo   26 Luglio 2020 il 11:47

    Franco siamo orgogliosi di esserti amici,tu li batti tutti!

  6. Sociologo Camplisi ho   26 Luglio 2020 il 13:51

    Stupenda analisi Franco Capanna .
    Purtroppo navighiamo in un mondo di troppo ignoranti.

  7. Giorgio , matematico   26 Luglio 2020 il 17:19

    Grande combattente, sindacalista unico,uomo pulito che merita due musa bellissime in foto.
    Grande Franco

  8. Costantino Cassano, Australia   26 Luglio 2020 il 17:54

    Bravo Franco hai sopravissuto un passato tragico e doloroso ma sei stato Bendetto con un amore unico e una esperienza che ti ha fatto forte e resiliente

  9. Mustapha Casablanca   26 Luglio 2020 il 17:58

    أعلم أن فرانكو كابانا ساعدني في لحظة صعبة بالنسبة لي ولعائلتي. رجل شجاع ونبيل. من مصطفى وعائلته.

  10. Franco Capanna   26 Luglio 2020 il 21:41

    Grazie tuoi complimenti Mustapha e saluti a tua famiglia Franco Capanna

  11. Don Luigi   27 Luglio 2020 il 15:03

    Complimenti Franco del personaggio dell’ anno e delle tue splendide due compagne di vita

  12. Anonimo   27 Luglio 2020 il 15:05

    grazie della partecipazioen.BUon giorno💖💖💖💖

  13. Fatima Mosca   27 Luglio 2020 il 15:08

    🌹Fatima, Mosca

  14. Niagara city   28 Luglio 2020 il 02:23

    We read this story and were impressed with it. Life sometimes puts us before roads of difference where we feel lost yet this Italian man has managed to fight to the miracle of making new hopes sprout in an incredible path. An example of strength and intrepid will that rare.Niagara City

  15. Badessa Visitandine   28 Luglio 2020 il 07:36

    Complimenti Franco la tua forza un esempio per tutti.

  16. Gruppo di preghiera ,San Benedetto del Tronto.   28 Luglio 2020 il 19:54

    Storia dalle forte caratteristiche e nel contempo traspare la grazia che risolve pur se vittima di efferate crudeltà da genitori fortemente degenerati. La forza di seguire la strada del bene che infine Dio premia e provvede..

  17. Prof.Luisa   28 Luglio 2020 il 21:51

    Incredibile storia che risolta bravamenye dal protagonista. Complimenti.

  18. Teresa , Napoli   28 Luglio 2020 il 23:02

    Tante cattiveria , davvero la gente sono e’ traditora come anche nel mio caso dove ho subito ogni male perfino dai stretti familiari.

  19. Una claustrale conosce Franco Capanna.   29 Luglio 2020 il 04:01

    La famiglia di Pierina qui descritta è un orrore di cattiveria ma non esistono termini adatti per dire di quanta stupidità e oltre disumanità sconvolgente fregarsene di una figlia amata bella,buona e santa.
    Senza più parole

  20. Dottor Giulio   29 Luglio 2020 il 11:14

    Dio ha voluto Pierina in paradiso ev u Franco hai fatto l’ impossibile e il premio lo conferma dal Canada.

  21. Sociologo   30 Luglio 2020 il 02:58

    Nel tuo dramma sei riuscito superare con azioni da guerriero e infine premiato.
    Un esmpio per tutti.

  22. Suora clarissa.   30 Luglio 2020 il 04:12

    In questa vicenda infine il bene trionfa sul male.

  23. Franco Capanna   30 Luglio 2020 il 15:33

    Grazie a tutti in questa sede e i tanti mi hanno scritto.
    Cmq lottare ogni gg perché questa è una valle dove tutto può accadere e pericoli tanti.
    Il virus falcidia le Nazioni e nessuno al momento può dirsi immune.
    Unica speranza sono le preghiere a Gesù e la Vergine Maria.

  24. Birmingham, England   31 Luglio 2020 il 02:19

    Evocative story, beautiful protagonists who are good and generous in the face of human cruelties without limits.Lucia, Francesca, Marilyn- Birmingham

  25. Amica di famiglia, Teramo   31 Luglio 2020 il 02:23

    Ciao Franco ,come al solito mi devo complimentare con te x come riesci veramente ad essere una persona superiore a tutta questa cattiveria che c è in giro ,e poi scrivi in un modo assolutamente gradevole

  26. Marcella   31 Luglio 2020 il 04:47

    Davvero la cattiveria è in tanti,un tarlo come tumore .
    I buoni non fanno rumore eppure Franco Capanna ci è riuscito.

  27. Teramo   31 Luglio 2020 il 04:57

    我们认识佛朗哥·卡潘纳(Franco Capanna),我们珍视他的学识和慷慨大方。 我们翻译了一个我们不知道的故事,我们对尼亚加拉年度人物的认可感到高兴。

  28. Rosalba, Torino   31 Luglio 2020 il 11:52

    Come scrivi bene Franco .
    Come sai incidere.
    Come sei così intrepido,

  29. Don Patrik   31 Luglio 2020 il 23:56

    Grande protagonista, forza estrema.
    Meritate le due splendide
    donne e la onoreficenza che di valore immenso perché di nazionalità estera.

  30. Gruppo di preghiera Mantova   3 Agosto 2020 il 11:14

    Quella famiglia di Pierina sono dei maledetti demoni.
    Come hanno potuto vendere la loro anima al demonio e fregarsene della morte della loro figlia così bella, buona e osannata dalla chiesa e dalla gente: maledetti bruciate all’ inferno!!!!!!

  31. Franco Capanna   3 Agosto 2020 il 21:10

    Agli amici del commercio sopra un grazie: si bruciano all’ inferno da qualche anno quei genitori subumani.

  32. Franco Capanna   3 Agosto 2020 il 21:12

    Agli amici del gruppo di preghiera ( commercianti se dico bene)sopra un grazie: si bruciano all’ inferno da qualche anno quei genitori subumani.