Conclusi a Monteprandone (AP) i festeggiamenti in onore di San Giacomo della Marca

Conclusi a Monteprandone (AP) i festeggiamenti in onore di San Giacomo della Marca
Dott. Fernando Ciarrocchi

A cura di Dott. Fernando Ciarrocchi (Monteprandone / AP)

< Conclusi a Monteprandone (AP) i festeggiamenti in onore di San Giacomo della Marca >.

Come tradizione vuole la Santa Messa solenne del 28 novembre alle 11,30, presso la chiesa del Santuario di “Santa Maria delle Grazie e San Giacomo della Marca ” ogni anno ha concluso l’intensa settimana dei festeggiamenti in onore del Santo Patrono San Giacomo della Marca,

Il corale atto di affidamento al Santo Patrono San Giacomo della Marca

Quest’anno il 28 novembre è coinciso con la Prima Domenica d’Avvento.

Padre Simone Giampieri, Ministro Provinciale dei Frati Minori delle Marche, nella sua omelia, ha sottolineato come San Giacomo della Marca  è stato l’uomo dell’attesa, l’uomo di quell’attesa che è diventata presente in cui la carità evangelica predicata con vigore e forza dal santo monteprandonese, durante la sua longeva esistenza terrena.

Infatti San Giacomo della Marca è deceduto alla veneranda età di 83 anni, nel lontano 28 novembre 1476, a Napoli.

La sua longeva esistenza ha dunque avuto concretezza nelle innumerevoli opere sociali realizzate dal Santo quali: monti frumentari, orfanotrofi, ospedali, case d’accoglienza per ragazze madri, cisterne cittadine e tanto altro.

Padre Simone Giampieri

Padre Simone Giampieri, Ministro Provinciale dei Frati Minori delle Marche, che ha presieduto la Santa Messa concelebrata da P. Michel Massaccio, Padre Guardiano del Santuario di Santa Maria delle Grazie e San Giacomo della Marca, da Don Vincente Ifeme, Parroco di Monteprandone e dagli altri religiosi della comunità francescana  monteprandonese.

Oltre alle autorità militari alla Santa Messa hanno partecipato 27 sindaci dei s61 facenti parte del protocollo “La rete delle città di San Giacomo della Marca” , in cui storicamente è stata accertata e provata la presenza del Santo durante la sua vita: Monteprandone, Acquaviva Picena, Alba Adriatica, Ancarano, Ascoli Piceno, Carassai, Castel di Lama, Castiglione delle Stiviere, Castorano, Civitella del Tronto, Colonnella, Cupramarittima, Cupramontana, Fermo, Giulianova, Loreto, Martinsicuro, Matelica, Monsampolo del Tronto, Ripatransone, San Benedetto del Tronto, Sarnano, Tortoreto.

Un’ummagine delle Autorità civili e militari presenti.

La celebrazione si è conclusa con il corale atto di affidamento dei sindaci alla protezione di San Giacomo affinché protegga le comunità da ogni male.

Nei giorni 27 e 28 novembre nelle caratteristiche rue e piazze del borgo  medioevale di Monteprandone, in cui è possibile visitare la casa natale del Santo (oggi una piccola Chiesa), si è svolto il tradizionale mercatino di prodotti tipici e artigianali con dimostrazioni pratiche ad esempio sono state mostrate le fasi preparazione che si sono concluse con il prodotto finito: in questo caso caciotte e derivati.

Una foto di alcuni stands che erano presenti al tradizionale “Mercatino” monteprandonese.

Per i più piccoli – oltre alle fiabe, agli spettacoli di marionette ed a molto altro – di particolare interesse gli immancabili laboratori in cui hanno degustato il buonissimo cioccolato.

Sono state giornate particolarmente partecipate anche da numerosissimi turisti e visitatori che hanno avuto la favorevole occasione anche di poter ammirare il caratteristico Borgo medioevale esistente in quel di Monteprandone (AP).

Davvero molti  gli avvenimenti culturali che hanno caratterizzato l’edizione 2021 dei festeggiamenti in onore di San Giacomo della Marca.

Tra di essi citiamo: la presentazione del volume “San Giacomo della Marca: La vita, la riforma religiosa e l’opera sociale” edizione Terra dei Fioretti, a cura di P. Marco Buccolini O.F.M.; la prima del docufilm ” San Giacomo. Dalle terre della Marca al modo” del regista Ernesto Vagnoni; il convegno “Dante, San Francesco e San Giacomo” in cui il dott. Francesco Nocco dell’Università di Bari ha relazionato su tema” Citazioni dantesche nel Quaresimale di Giacomo della Marca” e la Dott.ssa Monica Bocchetta dell’Università degli studi di Macerata  ha trattato il tema “Dante nelle biblioteche osservanti a fine Cinquecento”.

 

Un programma così ricco e interessante è stato possibile grazie alla sinergia tra l’Amministrazione Comunale di Monteprandone, che ha organizzato e voluto le tante iniziative;  il Centro studi “San Giacomo della Marca”; la Banca del Piceno-Credito Cooperativo; ed i molti sponsor che non hanno fatto mai mancare il loro prezioso sostegno.

 

***********************************************************************

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it * 

***********************************************************************

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments