Anche la Democrazia Cristiana scende in campo per contrastare le evidenti situazioni di illegalità esistenti in regione Calabria !

Anche la Democrazia Cristiana scende in campo per contrastare le evidenti situazioni di illegalità esistenti in regione Calabria !
Latifa Roccia Aboutaib

A cura di Latifa Roccia Aboutaib (Cosenza) *

latifa.aboutaib@dconline.info * Cell. 324-8087437 *

Segretario generale del Dip. Comunicazione della Democrazia Cristiana Internazionale *

Segretario regionale Vicario Mov. Femminile e per le Pari Opportunità D.C. regione Calabria

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

< Anche la Democrazia Cristiana scende in campo per contrastare le evidenti situazioni di illegalità esistenti in regione Calabria ! >

Anche la Democrazia Cristiana scende in campo contro il diffuso stato di illegalità esistente in regione Calabria e promuove delle azioni serie, concrete e (si spera) efficaci per contrastare un allegro sistema di connivenze anche da parte delle istituzioni parlamentari e governative che lascia allibiti e senza parole chi crede ancora nello Stato di diritto e nei valori fondamentali espressi dalla Costituzione della Repubblica italiana.

Avv. Rocco Piergiorgio Lo Duca (Cosenza)

E’ questo quanto emerso da un nuovo incontro del < Comitato per la legalità e giustizia in Calabria > che si è riunito (in videoconferenza) nel pomeriggio di mercoledì 25 novembre 2020 (ore 18.00).

L’incontro era presieduto dal Segretario provinciale del Dipartimento Legalità e Giustizia della Democrazia Cristiana della provincia di Cosenza Avvocato Rocco Piergiorgio Lo Duca (Cosenza).

Alla riunione del < Comitato per la legalità e giustizia in Calabria hanno preso parte numerosi esponenti politici calabresi >, ma anche di altre parti d’Italia, democristiani e non.

Ha partecipato alla riunione anche il Segretario politico nazionale della Democrazia Cristiana dott. Angelo Sandri (Udine) al quale poniamo alcune domande.

Ci può fare una sintesi dell’incontro svoltosi ieri pomeriggio in videoconferenza del “Comitato per la Legalità e Giustizia in Calabria” ?

Angelo Sandri (Udine)

<< L’incontro in videoconferenza del < Comitato per la legalità e la giustizia in Calabria > a cui ho preso parte ieri pomeriggio è stato – al solito – molto corposo e vivace (durato all’incirca due ore) ed ha fatto seguito ad una serie di incontri (altri tre a cui ho presenziato, ma altri erano stati organizzati in precedenza).

Del resto la materia è molto delicata e complessa e richiede un serio ed approfondito esame della situazione esistente e dei relativi pregressi, tenendo conto che si “indaga” su un articolato intreccio di norme legali, procedure amministrative ed la necessità di intervenire in settori di vitale importanza per il bene della popolazione, quale ad esempio il settore della sanità.

“Esaminati gli atti, sentiti i testi, esperite le prove” – come suolsi dire in gergo forense – la conclusione a cui siamo giunti nella riunione di ieri sera è stata quella di dover procedere con determinazione per ottenere un possibile “miglioramento” della situazione esistente innanzitutto sotto il profilo della legalità che – a quanto par di capire – è stata finora sufficientemente…. umiliata e vilipesa !

Cosa avete intenzione di fare nel concreto ?

“Natura non facit saltus”, ci hanno insegnato i latini. Ma qui più ad un “saltus” siamo di fronte ad una preoccupante stato di inerzia per cui chi doveva controllare, verificare, sollecitare, correggere – per tutta una seie di ragioni che andremo a verificare – ha preferito fare altro, diciamo che “si è distratto” oppure “che ha sonnecchiato”, il che però ha provocato un gravissimo danno per la popolazione calabrese che ha pagato (e sta pagando) in termini inaccettaqbili queste…chiamiamole “distrazioni” giusto per usare un eufemismo.

Il “Comitato per la legalità e la giustizia in Calabria” non è un organismo “made in Democrazia Cristiana” e può godere del supporto di varie forze politiche e movimenti di diversa estrazione che dovranno prendere le loro determinazioni in proposito.

Il Segretario politico regionale della D.C. Calabria dott. Franco Zoleo

Per quanto ci riguarda, a nome della Democrazia Cristiana, ribadisco la nostra intenzione di “scendere in campo” per la tutela di quei principi a cui – a parole – tutti dichiarano fedeltà ed ossequio, salvo poi i verificare nella pratica che ci si muove in direzione diversa.

Siccome in politica si usa dire una cosa, pensarne un seconda e farne un terza, noi siamo dell’opinione che questo sistema vada combattuto duramente e bisogna cambiare sistema.

Tradotto in pratica, nella non facile situazione calabrese intendiamo procedere con i sistemi – anche legali – a nostra disposizione per una battaglia di legalità e giustizia (come intitola il nome del Comitato di cui trattasi) e faremo tutti i passi necessari per:

a) coinvolgere il più possibile tutte le forze politiche, movimenti civici e non ed anche associazioni che hanno a cuore queste importanti argomentazioni di libertà e di giustizia.

b) coinvolgere il più possibile la popolazone e l’opinione pubblica in questa importante battaglia politico/amministrativa

Il Segretario nazionale del Movimento Femminile e per le Pari Opportunità della D.C.Laura Allevi (Ascoli Piceno)

c) effettuare le azioni legali e giuridiche che possano ottenere un ripristino di quelle situazioni di legalità e giustizia a cui facciamo riferimento, a cominciare dal comparto sanità che è quello a cui bisogna por mano con la necessaria urgenza.

Abbiamo il più che fondato sospetto che la situazione “complicata” a cui ci troviamo di fronte non riguarda soltanto la Calabria ed avrà coinvolgimenti che senz’altro riguarderanno livelli superiori.

Ma il “cammino più lungo comincia con il primo passo” (citazione di John Fizgerald Kennedy) e noi lo stiamo ben facendo questo primo passo, studiando nel concreto come muoversi per le finalità che abbiamo esposto.

Già domani (venerdì 27 novembre 2020) alle ore 18.00 avremo una nuova videoconferenza del Comitato per la legalità e giustizia in Calabria e penso che potremo decidere il da farsi sulle azioni da effettuare in concreto nell’immediato futuro. >>

**********************************************************************

A cura di Latifa Roccia Aboutaib (Cosenza) *

latifa.aboutaib@dconline.info * Cell. 324-8087437 *

Segretario generale del Dip. Comunicazione della Democrazia Cristiana Internazionale *

Segretario regionale Vicario Mov. Femminile e per le Pari Opportunità D.C. regione Calabria

www.ilpopolo.news *

www.democraziacristianaonline.it *

 

2 Responses to "Anche la Democrazia Cristiana scende in campo per contrastare le evidenti situazioni di illegalità esistenti in regione Calabria !"