Nella FESTA DI OGNISSANTI un pensiero di Pablo Abriola (D.C. Argentina): la santità deve essere l’obbiettivo di tutti i cristiani !

Nella FESTA DI OGNISSANTI un pensiero di Pablo Abriola (D.C. Argentina): la santità deve essere l’obbiettivo di tutti i cristiani !

A cura di MARA LUCIA TATANGELO (Roma/Tirana) * maralucia.tatangelo@dconline.info * Portavoce e Responsabile della Comunicazione della Democrazia Cristiana Internazionale.

Mara Lucia Tatangelo

Abbiamo ricevuto una interessante comunicazione da parte di Pablo Abriola (Segretario organizzativo per la Democrazia Cristiana in Argentina) relativa alla festività di Ognissanti e che volentieri Vi riproponiamo.

<< La santità è l’obiettivo di tutti i cristiani. La festa di Ognissanti è l’occasione per una riflessione su questo argomento e su cosa – come genitori – insegniamo ai nostri figli.

La santità è il fine di tutti i cristiani: di ieri, di oggi e di sempre, e che dobbiamo imparare e insegnare grandi e piccoli, per prepararci e coordinare i compiti e far fronte agli obblighi che ci competono, nelle piccole e grandi cose della vita.

Pablo Abriola

E per raggiungerla, dovremo fare scelte e rinunce? Certo che si .
Dovremo sforzarci ogni giorno? Certo che si.
Dobbiamo far conoscere chi è la causa, la motivazione e la gioia del nostro pellegrinaggio verso le braccia del padre? Certo che si.

È stato, è o sarà facile? Certo che no.
È stato, è o sarà impossibile? Certo che no.
Contiamo su un aiuto? Senza dubbio si.

La Sacra famiglia è l’aiuto ed anche la motivazione magnanima.

I Santi, ognuno con la sua personalità e carisma, anche.

E le parole e esempi di Cristo guidano tutto il nostro apprendimento, riempiono il nostro cuore, che illuminato e ispirato dallo Spirito Santo ci conduce per la strada della fraternità, la bellezza, il bene, la verità, l’amore, la pace e la felicità.

Soffriremo, avremo ostacoli…? Certo che sì.

È per questo che oggi più che mai, festeggiamo la giornata di tutti i Santi, perché la sua opera deve essere la nostra compagnia, per proteggerci, il suo esempio un respiro in mezzo al deserto e all’ignavia, come della valle di lacrime amare, della Ingiustizia di questa anticamera, della dimora definitiva…

Ma non ci scoraggiamo, manteniamo la speranza, con calma e forza, che ” non è morto chi combatte “, e che si può sempre tornare ad intraprendere, bene la via del bene-

Primo novembre: Buona festa di tutti i santi! In particolare, a tutti coloro che non si arrendono e che difendono la cultura della fede, della vita e della famiglia, con pazienza e sanità mentale, ancora, quando il pagamento è la provocazione e la calunnia.

Perché la santità è l’obiettivo di ogni cristiano, alla quale si arriva per pura grazia di Dio e quel tesoro è inestimabile e non negoziabile.

Sì, dobbiamo essere onesti, con Dio, con noi stessi e con il prossimo per tendere così, a questa, trasformandoci giorno per giorno e purificandoci affinché si faccia allora in noi, la sua volontà e non la nostra.

L’obbedienza ai 10 comandamenti è improrogabile.

E Amore vero alla vita, amore vero alla famiglia >>.

A cura di MARA LUCIA TATANGELO (Roma/Tirana) * maralucia.tatangelo@dconline.info * Portavoce e Responsabile della Comunicazione della Democrazia Cristiana Internazionale.

Una risposta a "Nella FESTA DI OGNISSANTI un pensiero di Pablo Abriola (D.C. Argentina): la santità deve essere l’obbiettivo di tutti i cristiani !"

  1. Luigi Runci   2 Novembre 2019 il 10:44

    19 11 02 Preghiera per i defunti. Dal profondo a Te grido, o Signore; Signore, ascolta la mia voce. Siano i tuoi orecchi attenti alla voce della mia preghiera. Se consideri le colpe, Signore, Signore, chi potrà sussistere? Ma presso di te è il perdono: perciò avremo il tuo timore. Io spero nel Signore, l’anima mia spera nella tua parola. L’anima mia attende il Signore più che le sentinelle l’aurora. Israele attenda il Signore, perché presso il Signore è la misericordia e grande presso di lui la redenzione. Egli redimerà Israele da tutte le sue colpe. Ti preghiamo Signore, per tutti i parenti, amici, conoscenti che nel corso di questi anni ci hanno lasciati. Ti preghiamo per coloro che in vita hanno avuto fede in te, che in te hanno riposto ogni speranza, che ti hanno amato. Ti preghiamo per coloro che di te non hanno capito nulla e che ti hanno cercato in modo sbagliato e ai quali infine ti sei svelato come veramente sei: misericordia e amore senza limiti. Fa’ o Signore che veniamo un giorno tutti insieme a fare festa con te in Paradiso. Amen. Don Luigi

    Rispondi

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato