CREARE UNA SOCIETÀ DELL’APPRENDIMENTO: IL FALLIMENTO DELLA GLOBALIZZAZIONE

CREARE UNA SOCIETÀ DELL’APPRENDIMENTO: IL FALLIMENTO DELLA GLOBALIZZAZIONE

A cura di ROBERTO PINNA (Cagliari) * roberto.pinna@dconline.info *

< CREARE UNA SOCIETÀ DELL’APPRENDIMENTO: IL FALLIMENTO DELLA GLOBALIZZAZIONE >.

Da alcuni Studi del Premio Nobel Joseph Stiglitz.

Creare una società dell’apprendimento è necessario per promuovere gli standard di vita anche nelle economie che non si trovano all’avanguardia del progresso scientifico e tecnologico.

I governi dovrebbero concentrarsi su cosa crei una società dell’apprendimento.

Mentre alcune delle politiche che gli economisti hanno sostenuto in passato l’hanno di fatto ostacolata.

Negli ultimi decenni è diventato usuale descrivere l’economia verso cui ci stiamo dirigendo come una “economia della conoscenza e dell’innovazione”.

Minore attenzione viene invece data a cosa ciò significhi per l’organizzazione dell’economia e della società.

Invece di promuovere i settori di apprendimento, le politiche imposte ai paesi in via di sviluppo dalle istituzioni economiche internazionali (Fondo monetario internazionale e Banca mondiale) hanno scoraggiato il comparto industriale di molti di essi, soprattutto in Africa.

Il risultato è che, negli ultimi trent’anni, l’Africa ha sofferto di un processo di deindustrializzazione. Focalizzando l’attenzione sull’efficienza statica, queste istituzioni internazionali trascurano del tutto l’apprendimento e le dinamiche a esso associate.

Le politiche industriali devono seguire una strategia che tenga conto non soltanto delle circostanze presenti in un paese, ma anche della sua probabile situazione futura.

Sia nei paesi sviluppati sia in quelli in via di sviluppo i governi devono plasmare la direzione della innovazione e dell’apprendimento.

 

A cura di ROBERTO PINNA (Cagliari) * roberto.pinna@dconline.info *

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato