ALLARME TURISMO !

ALLARME TURISMO !

A cura di PIERFRANCESCO BELFANTI (Verona) *

< pierfrancesco.belfanti@dconline.info > *  347-8214603

Segretario regIionale Dip. attività economico-produttive DEMOCRAZIA CRISTIANA del Veneto 

www.ilpopolo.news *

www.democraziacristianaonline.it *

< ALLARME TURISMO ! >

 

L’Italia è davvero un museo a cielo aperto e può offrire inoltre un’infinità di luoghi ameni e paesaggi bellissimi: coste, isole, laghi e monti.

Ciò nonostante la previsione ( ottimistica ) della riduzione del numero di turisti in Italia per il 2019 oscilla attorno all’uno per cento.

Due le cause: l’ instabilità del meteo ( dietro la quale ci si nasconde ) e la riduzioni delle tensioni internazionali nei Paesi del Mediterraneo sud-orientali.

Una flessione che coinvolge indifferentemente turisti italiani (-1,1%) e internazionali (-0,8%). A soffrire di più saranno in modo particolare le aree costiere (-1,4%), mentre le meno danneggiate saranno i centri minori e le città d’ arte (-0,4%).

La crisi si farà sentire di più al Sud e sulle Isole (-1,4%), mentre ci sono proiezioni più favorevoli per Nord-Est.

Il turismo italiano è in un momento delicato. La spinta propulsiva degli anni scorsi si sta esaurendo e riemergono le problematiche mai risolte del settore, dalle carenze infrastrutturali all’abusivismo.

Servono interventi per individuare e tutelare le figure professionali del turismo, ma anche un contrasto più efficace all’abusivismo ricettivo e un piano per ridurre le tasse sul settore.

In effetti, scrive Assoturismo, il fisco turistico italiano è tra i più pesanti d’ Europa.

E tartassa duramente i turisti in vacanza chiedendo loro circa 2,6 miliardi di euro l’anno. Una vera e propria stangata, dovuta non solo ad un’Iva sui prodotti turistici superiore di 1,5 punti alla media europea, ma anche ad una tassa di soggiorno particolarmente esosa, che quest’anno peserà per 600 milioni di euro e la cui incidenza arriva a superare il 10% del costo di pernottamento di una famiglia in vacanza.

E’ davvero urgente la necessità di trovare nuovi sistemi per far sì che gli italiani ritornino a trascorrere le proprie vacanze in Italia senza essere spolpati rinvigorendo un settore che da sempre dovrebbe essere trainante !

 

A cura di PIERFRANCESCO BELFANTI (Verona) * < pierfrancesco.belfanti@dconline.info > *  347-8214603 *Segretario reg.le Dip. attività economico-produttive DEMOCRAZIA CRISTIANA del Veneto