Lettera aperta ad ANGELO SANDRI.

Lettera aperta ad ANGELO SANDRI.

di PASQUALE GOIONE (Eboli / provincia di Salerno) * www.ilpopolo.news *

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera “critica” nei confronti di Angelo Sandri, nella sua qualità di Segretario politico nazionale della Democrazia Cristiana. Ovviamente non condividiamo il contenuto della stessa, ma essa espone in termini civili un parere che dissente dall’operato della Segreteria nazionale della D.C. e presumo susciterà un certo qual dibattito che potrà senz’altro essere positivo per il futuro della Democrazia Cristiana in Italia.

< Lettera aperta ad ANGELO SANDRI >.

E pensare che ti avevo avvertito in tempo reale del tradimento che – in nome di una federazione che non sarebbe mai nata – Rotondi ha perpetrato nei confronti di chi ci ha sempre creduto.

Il risultato? Gli uomini migliori hanno abbandonato il partito appena hanno avuto il sentore che quella della Federazione era una bufala irrealizzabile.

A questo punto mi chiedo: questa battaglia che si continua a combattere a suon di denunce diffide e quant’altro a che serve ancora ?

Sicuramente a nulla ! E’ arrivato il momento che tu capisca che la Democrazia Cristiana per rinascere, piano piano, ha bisogno di un nuovo talento politico che applichi lo Statuto e sappia relazionarsi con le maggiori forze politiche senza nessun condizionamento interno.

La Democrazia Cristiana ha bisogno di un Segretario che sappia applicare la corrente di pensiero Sturziana e de Gasperiana.

Tu invece – ahimè – hai sempre diviso per il tuo modo di fare accentratore e a volte dittatoriale.

Chi si avvicina al partito ci mette la faccia non dimenticarlo. Troppe volte hai buttato giù dalla torre chi ci credeva.

E adesso si ricomincia con tribunali, carte bollate e progetti irrealizzabili perché nati solo per fare lo show su fb.

La cosa assurda è che ancora perseveri nei vecchi errori che ripeti ciclicamente per poi ricominciare da capo.

Un uomo intelligente e preparato come Te non può perseverare in questi errori, perché così si rasenta la malafede.

Pasquale Goione (Democristiano) * Eboli / provincia di Salerno.

3 Responses to "Lettera aperta ad ANGELO SANDRI."

  1. Vincenzo Minardo   16 Luglio 2019 il 19:52

    Carissimo Pasquale bravissimo intelligente lungimiranti sono d’accordo con lo avevo intuito già il 18/Gennaio 2019 a Roma infatti io mio ho fatto da parte ti ringrazio vivamente ti auguro un mondo di bene.Vincenzo Minardo

  2. Angelo Sandri   17 Luglio 2019 il 7:43

    * La critica alla tentata < Federazione Democrazia Cristiana > che nella primavera del 2018 si tentò di costituire assieme all’On. Gianfranco Rotondi (allora Rivoluzione Cristiana, ndr), all’Associazione iscritti DC 1993 (De Simoni e Cerenza), alla cosiddetta D.C. di Fontana e di Grassi, al Movimento femminile della D.C. unificata (G. Duca Arcuri), Alleanza Cristiana (M. Muratore), Movimento “Liberi e forti” (G. Tropeano), D.C.D. (G.C. Bertocchi e G. Tedeschi) e forse qualche altra sigla di movimento politico democristiano che potrebbe sfuggirmi era il tentativo di condurre ad unità (come peraltro abbiamo sempre cercato di fare) l’insieme di partiti, associazioni e movimenti politici che si richiamano alla Democrazia Cristiana storica.
    * Altrettanto chiaro era poi il tentativo di interloquire con l’UDC il quale, nonostante in evidente declino politico e soprattutto organizzativo, avrebbe potuto essere un soggetto interessato a convergere in questo ambizioso progetto di rilancio politico della Democrazia Cristiana.
    * In questo senso ci siamo sempre attivati con impegno e coerenza e se qualcuno è venuto meno agli intendimenti iniziali e dichiarati, ce ne dispiace ma non abbiamo molto da rimproverarci se non averci tentato, come suolsi dire.
    * Va però anche detto che nulla è stato tolto a quel percorso di continuità storica, politica e giuridica della Democrazia Cristiana che da sempre abbiamo compiuto insieme a decine di migliaia di democratici cristiani che hanno scelto sempre e comunque solo la DEMOCRAZIA CRISTIANA, in quanto partito politico costituzionalmente garantito dai principi fondamentali di questa REPUBBLICA italiana, che la D.C. ha contribuito a creare e rendere grande !
    * Questo è un diritto costituzionalmente garantito e che ci porteremo fino alla tomba (il più tardi possibile, naturalmente) ma che non dipende dal cangiante giudizio umano, spesso dettato da valutazioni contingenti e purtroppo anche troppe volte erronee e contraddittorie.
    * Quanto a dire che questa battaglia di libertà, di democrazia e di sovranità popolare che conduciamo con e nella DEMOCRAZIA CRISTIANA continuerà per sempre, finchè morte non ci separi.
    W LA DEMOCRAZIA CRISTIANA !

  3. matteo   18 Luglio 2019 il 10:37

    io,ho,,come dc udc ppe ue,,azioni,in camera senato,,ho,il,logo,dc ,,,,come i loghi,camera senato,ok,per cui,,dc vercelli novara dc non muore,,salvo e l,onore ppe ue,,con fi,,,,pure grazie,,,urge un convegno,,nuova dc ,,da portare in ue,,ovvio,,