L’esercito USA prepara i suoi veicoli da combattimento per un possibile attacco russo in Europa: esercitazioni o fine della guerra fredda?

L’esercito USA prepara i suoi veicoli da combattimento per un possibile attacco russo in Europa: esercitazioni o fine della guerra fredda?

L’esercito USA sta lavorando da diversi anni per dipingere tutti i suoi veicoli da combattimento terrestri all’ombra del verde boschivo come parte del piano di prontezza per contrastare l’aumento della minaccia della forza terrestre russa.

I veicoli da combattimento dell’esercito Bradley, gli obici semoventi M109A6 Paladin e persino i carri armati M1A2 Abrams useranno il modello dei boschi per adattarsi ai nuovi terreni. L’esercito ora ha un nuovo sistema di rivestimento avanzato per veicoli terrestri che sopprime le segnature di calore dei veicoli terrestri, rendendo i veicoli molto più difficili da rilevare.

Tutti i veicoli da combattimento terrestri riceveranno nuovi modelli mimetici visivi usando il marrone, il nero e il verde al posto del deserto utilizzato nella guerra globale al terrore. All’inizio l’esercito statunitense ha fornito ulteriori dettagli sulle capacità del suo nuovo sistema di rivestimento avanzato per veicoli da combattimento terrestri.

Il Ground Vehicle Coating System è stato sviluppato da una joint venture tra il centro di comando del veicolo di comando di sviluppo di capacità di combattimento, il laboratorio di ricerca dell’esercito di comando di capacità di combattimento e il programma di tecnologia di produzione dell’esercito per ridurre le firme a infrarossi rilevabili che vengono emesse dai veicoli, rendendole molto più difficile da rilevare e tracciare. Questo nuovo rivestimento mitiga anche gli effetti degli agenti chimici che gli avversari possono usare per ferire, inabilitare o uccidere i soldati.

Oltre a ridurre il costo del rivestimento per gallone di circa il 75% rispetto all’inizio del programma, il rivestimento può essere applicato ai veicoli nelle strutture esistenti, inclusi depositi ed arsenali, utilizzando attrezzature già nell’inventario dell’Esercito. Ciò ridurrà i costi di applicazione e aumenterà la produzione. Il ritorno ai colori della foresta coincide con le preoccupazioni di sicurezza tra gli alleati orientali della NATO dall’intervento della Russia in Ucraina.

Il Pentagono non fa mistero della sua preoccupazione per la crescita delle attività della Russia nell’Europa orientale e invita gli alleati della NATO a riunire 30 battaglioni terrestri, 30 squadroni aerei e 30 navi da combattimento in grado di schierare in 30 giorni o meno entro il 2020.

dal web di Antonio Gentile

Una risposta a "L’esercito USA prepara i suoi veicoli da combattimento per un possibile attacco russo in Europa: esercitazioni o fine della guerra fredda?"

  1. Jorge   23 Aprile 2019 il 21:07

    Es indignante que se gasten millones de dólares en armamento cuando en el mundo mucha gente se muere de hambre. Y se mueren por las guerras provocadas por estos personajes