Emiliano Sala: recuperato un corpo dai rottami dell’aereo.

Emiliano Sala, recuperato un corpo dai rottami dell'aereo „Il dramma del calciatore argentino. E intanto il Nantes ha chiesto al Cardiff City il pagamento della prima rata, da 5.6 milioni di euro, dei 16 milioni concordati per il trasferimento“.

Emiliano Sala: recuperato un corpo dai rottami dell’aereo.

E’ arrivata la notizia ufficiale dalla polizia del Dorset: “Il corpo rinvenuto nel velivolo è stato formalmente identificato come quello del calciatore Emiliano Sala”ma saranno necessari ulteriori esami per identificare il corpo recuperato mercoledì dai resti dell’aereo su cui viaggiava .

Il Paiper era scomparso dai radar lo scorso 21 gennaio sul quale viaggiavano il calciatore argentino Emiliano Sala e il pilota David Ibbotson. L’agenzia investigativa britannica per gli incidenti aerei (AAIB), che ha effettuato le operazioni di recupero, non ha comunicato se il corpo recuperato sia quello del calciatore o del pilota, ma di certo si pensa sia il suo.. I resti dell’aereo, che erano stati trovati il 4 febbraio dopo giorni di ricerche, si trovano ancora sul fondale del canale della Manica, dato che non è stato possibile recuperarli a causa delle cattive condizioni meteorologiche.

L’aereo su cui viaggiava il calciatore argentino (un Piper PA-46 Malibu) era scomparso mentre sorvolava l’isola di Alderney, nel canale della Manica al largo della Normandia. Sala era in viaggio da Nantes a Cardiff, dove si sarebbe dovuto trasferire per giocare nella squadra del Cardiff City, che attualmente è nella Premier League inglese. Il suo cartellino era costato 18 milioni di euro. Avrebbe dovuto esordire il 29 gennaio a Londra contro l’Arsenal.

Il papà di Emiliano Sala ha rilasciato un’intervista dopo la notizia del ritrovamento del Piper nel Canale della Manica grazie all’occhio di un robot sottomarino teleguidato a distanza dalla nave Ocean III, 40 chilometri al largo dell’isola di Guernsey, da un team di soccorritori della società privata olandese GEOxyz.

Speriamo si riesca a recuperare il corpo prima possibile, in maniera da sapere cosa sia successo realmente, o almeno farci un’idea su quello che è capitato. Grazie ai calciatori che ci hanno aiutato con le donazioni e a tutta la gente che ci ha fatto sentire il proprio sostegno. A Nantes era molto amato. Gli hanno reso un tributo indimenticabile.

Secondo quanto riportato dalla BBC, il Nantes, squadra in cui Sala militava prima della cessione al Cardiff, ha contattato la squadra britannica per i 15 milioni di sterline pattuiti per la cessione il cui pagamento doveva essere effettuato in tre anni. Potrebbe aprirsi lo scenario di una battaglia legale anche se il club gallese ha già dichiarato di voler onorare gli accordi però prima vuole attendere gli sviluppi dell’inchiesta sull’accaduto.

di Antonio Gentile

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato