“ERO FORESTIERO E MI AVETE OSPITATO”: IL TRADIZIONALE PRANZO DI NATALE OFFERTO DAL CARDINAL BASSETTI AGLI OSPITI DELLA CARITAS.

“ERO FORESTIERO E MI AVETE OSPITATO”: IL TRADIZIONALE PRANZO DI NATALE OFFERTO DAL CARDINAL BASSETTI AGLI OSPITI DELLA CARITAS.

A cura di DANILO BAZZUCCHI (Perugia) – danilo.bazzucchi@dconline.info

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

“ERO FORESTIERO E MI AVETE OSPITATO”: IL TRADIZIONALE PRANZO DI NATALE OFFERTO DAL CARDINAL BASSETTI AGLI OSPITI DELLA CARITAS.

Il pranzo di Natale del Presidente della C.E.I. Cardinal Bassetti riunisce allo stesso tavolo poveri italiani, poveri stranieri, richiedenti asilo, rifugiati, anziani e giovani.

Il 25 dicembre 2018 si sono ritrovati in 90 persone nella struttura ricettiva diocesana “Villa sacro Cuore” a Montebello, vicino a Perugia.

Sono li ospiti soli o senza fissa dimora, assistiti tutto l’anno dalla Caritas perugina o proveniente dai corridoi umanitari e richiedenti protezione internazionale.

<< Vogliamo ringraziare Dio, che è Padre di tutti, dei cristiani, dei musulmani e degli uomini delle diverse religioni. In particolare lo vogliamo ringraziare perché ci ha donato Gesù, che è la Luce che illumina il mondo >>.

E’ con queste parole che il Cardinal Bassetti ha accolto gli ospiti al pranzo di Natale e prima di augurare a tutti “buon appetito” ha invocato il Signore chiedendogli di benedire << questa grande famiglia, che, anche attraverso le razze e le religioni diverse, rappresenta tutta la famiglia umana, affinchè non ci siano più lotte, discriminazioni, guerre, terrorismo. Padre Santo – ha proseguito il cardinale – gli uomini, imitando il tuo cuore, si sentano tutti fratelli e possano costruire la pace, come disse l’Angelo a Betlemme. >>

Il cardinal Bassetti si è poi seduto a tavola con i suoi ospiti e con i coniugi Giancarlo e Luisa Pecetti, direttore e condirettore della Caritas Diocesana, salutando uno ad uno i suoi 90 commensali, cogliendo l’occasione per poter parlare di temi di scottante attualità con lo stesso direttore Pecetti, con la Prof.ssa Maria Teresa di Stefano, responsabile dell’Ostello – Centro Int. di accoglienza e con Stella Cerasa, assistente sociale richiedenti Prot. Inter.

Temi affrontati anche con alcuni giornalisti presenti. Uno tra i quali è stato quello degli immigrati, parlando del Natale, di speranza e di vicinanza verso i più bisognosi e in difficoltà che arrivano anche da lontano.

Il Cardinal Bassetti ha poi aggiunto: << Abbiamo invitato a questo Pranzo di Natale anche le persone richiedenti protezione internazionale e le famiglie siriane giunte fin qui grazie ai corridoi umanitari affinchè possano ritrovarsi insieme e a cui auguriamo che al più presto che si sblocchi la situazione e possano ottenere quei riconoscimenti di cui hanno bisogno.

Ciò gli serve per potersi muovere ed ottenere un lavoro, la loro presenza tra noi è segno di speranza e di cammino affinchè si pensi anche a loro come società civile e come Chiesa, perché possa essere concretamente attuato il passo del Vangelo di Matteo. “ero forestiero e mi avete ospitato >>.

A cura di DANILO BAZZUCCHI (Perugia) – danilo.bazzucchi@dconline.info

Cell. 348-7261719 *  www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *