LA DEMOCRAZIA CRISTIANA CHIUDE IL 2018 IN FORTE CRESCITA SOTTO TUTTI I PUNTI DI VISTA, SIA POLITICO CHE ORGANIZZATIVO !

LA DEMOCRAZIA CRISTIANA CHIUDE IL 2018 IN FORTE CRESCITA SOTTO TUTTI I PUNTI DI VISTA, SIA POLITICO CHE ORGANIZZATIVO !

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

LA DEMOCRAZIA CRISTIANA CHIUDE IL 2018 IN FORTE CRESCITA SOTTO TUTTI I PUNTI DI VISTA, SIA POLITICO CHE ORGANIZZATIVO.

 CRESCE L’ATTESA PER GLI STATI GENERALI DELLA DEMOCRAZIA CRISTIANA CONVOCATI PER I GIORNI 18 E 19 GENNAIO 2019.

 Prosegue in maniera davvero alacre l’attività politica con l’intendimento di riunificare le varie componenti democristiane in un unico soggetto politico con nome e simbolo della DEMOCRAZIA CRISTIANA.

Roma – Via Gioberti n. 54 – 5 luglio 2018

Il punto di partenza fondamentale rimane pur sempre la Federazione della DEMOCRAZIA CRISTIANA siglata in data 5 luglio 2018 e che ha riunito la D.C. con Segretario Angelo Sandri (Udine), Rivoluzione Cristiana (ora Democrazia Cristiana) guidata dall’On. Gianfranco Rotondi (Avellino) e On. Giampiero Catone (Pescara),  l’Associazione Iscritti D.C. 1993 guidata da Raffaele Cerenza (Roma) e Franco De Simoni (Roma); Alleanza Cristiana con Presidente Maurizio Muratore (Palermo), il Movimento femminile della D.C. unificata guidato da Graziella Duca Arcuri (Cosenza), Maria Grazia Lenti (Bari), Gabriella Strizzi (Ancona). Dora Cirulli (Roma) e Gabriella Fardella (Roma), oltre ad un’altra  decina di partiti, associazioni e movimenti politici che si richiamano alla esperienza storica della Democrazia Cristiana che fu di don Sturzo, De Gasperi e Aldo Moro.

Il frontespizio della tessera di adesione alla Democrazia Cristiana per l’anno 2018

Questa iniziativa politica ha permesso di iniziare un percorso di riunificazione che si sta allargando a macchia d’olio, coinvolgendo di giorno in giorno sempre nuove persone ed anche e soprattutto altri soggetti politici che manifestano il loro concreto interesse e la loro disponibilità ad allargare la Federazione della D.C. addivenendo ad una aggregazione che abbia una sempre maggiore e concreta valenza sul piano politico, giuridico ed ovviamente anche organizzativo.

Angelica Bianco, On. Gianfranco Rotondi e Angelo Sandri a Pescara – 31 agosto 2018

Il Segretario politico nazionale della Democrazia Cristiana dott. ANGELO SANDRI (così come eletto nel corso del XXIII Congresso della D.C. svoltosi a Roma nel luglio 2017) non nasconde la propria soddisfazione sia per l’andamento del partito da lui coordinato (per così dire in senso stretto), ma anche e soprattutto per i concreti ed interessanti passi avanti fatti nella direzione della tanto auspicata riunificazione “globale” della Democrazia Cristiana.

<< Per quanto ci riguarda – dichiara Angelo Sandri – la Democrazia Cristiana sta continuando a rafforzarsi in maniera “inesorabile” sia dal punto di vista politico sia da quello organizzativo. Prevediamo di poter chiudere il tesseramento alla D.C. per l’anno 2018 attorno alle ventimila adesioni. Inoltre stiamo registrando una crescita esponenziale della classe dirigente democristiana non solo a livello nazionale, ma soprattutto a livello territoriale, con la efficace copertura di tutte le venti regioni italiane e di quasi tutte le 115 provincie in cui è ripartito il territorio nazionale italiano.

Un ottimo rafforzamento si è ottenuto anche a livello internazionale con l’apertura di sedi di rappresentanza in molti stati esteri, e non solo europei, il che consente alla D.C. di rafforzare sempre di più solidi legami con gli Italiani all’estero e con chi vuole collaborare fattivamente con la Democrazia Cristiana italiana. Un ringraziamento particolare va alla dirigenza democristiana che sta seguendo questo specifico settore: il prof. Filippo Marino (Reggio Calabria), il dott. Gaetano Tedeschi (Avellino), il dott. Bruno Catania (Varese), la dott.ssa Anna Gurcenko (Roma).

Ma come detto in apertura l’aspetto saliente che si è verificato nel corso del 2018 è stato il farsi largo della convinzione che solo in un’ottica veramente unitaria sarà possibile far ritornare la Democrazia Cristiana ad essere un soggetto significativo e credibile a servizio del popolo italiano.

In questa ottica si sono moltiplicate in area democristiana “iniziative di pace e di collaborazione” al posto delle pesanti contrapposizioni che avevano contrassegnato gli anni precedenti della cosiddetta diaspora.

Un forte segnale in questa direzione è stato dato anche dall’Assemblea nazionale della Democrazia Cristiana svoltasi a Roma in data 15-12-2018 in occasione del 75° anniversario della prima riunione ufficiale della D.C. italiana (a Caltanissetta, il 15-12-1943). A questa particolarmente affollata Assemblea,  oltre alla adesione degli altri componenti la Federazione, si è registrata la partecipazione oppure l’attenzione anche di nuovi soggetti interessati a dialogare con quella che possiamo tranquillamente chiamare la “nuova” Democrazia Cristiana.

In particolare il MEDA di Maria Riccelli (Verona) e Massimo Emilio Rossi (Bergamo); il D.C.D. di Giulio Cesare Bertocchi (Bergamo); Unione Cristiana del Sen. Domenico Scilipoti (Messina); il Movimento trumpiano in Italia del dott. Gianmario Ferramonti (Milano) e Avv. Antonio Gallinaro (Caserta), ma anche di tanti altri raggruppamenti che non citiamo solo per motivi di spazio.

La guida politica della Federazione della Democrazia Cristiana è stata affidata all’On. GIANFRANCO ROTONDI che si è prodigato con impegno in questi mesi nel tentativo di allargare sempre di più questa proposta democratico cristiana unitaria, raggiungendo risultati molto soddisfacenti.

Una conferenza stampa si è tenuta con larga partecipazione dei rappresentanti di numerosi soggetti politici interessati alla riunificazione della Democrazia Cristiana – presieduta da On. Gianfranco Rotondi (Avellino) e dott. Renato Grassi (Messina) – si è tenuta a Roma nel pomeriggio di mercoledì 19 dicembre 2018.

E la “vicenda democristiana” è comunque seguita con attenzione da più parti, in primis dall’UDC, che con il suo Segretario politico nazionale On. LORENZO CESA, ha avuto espressioni incoraggianti verso questo processo di riunificazione della Democrazia Cristiana.

A questo punto l’attesa è per gli Stati Generali della Democrazia Cristiana preannunciati per i giorni 18 e 19 gennaio 2019, preceduto dall’appuntamento istituzionale che ci sarà nel primo pomeriggio del 18 gennaio 2019 (Auditorium della Camera dei Deputati) per ricordare il centenario dal famoso appello “Ai liberi e forti” di sturziana memoria.

L’appuntamento del gennaio 2019 sarà di fondamentale importanza per il futuro della Democrazia Cristiana a venticinque anni esatti da quello scellerato Consiglio nazionale della D.C.del 18-01-1994) presieduto dall’allora Segretario nazionale Mino Martinazzoli e da Rosa Russo Iervolino che tentarono di mettere la parola fine all’esperienza storica politica e giuridica del più grande partito democratico e popolare della storia della Repubblica italiana.

Ma per fortuna la “Resistenza democristiana” ha avuto ragione dello scempio che si tentò di fare in quella del tutto infelice occasione, anche se purtroppo i le conseguenze dannose provocate in questi cinque lustri sono state molte e sotto gli occhi di tutti !

 

Segreteria organizzativa naz.le D.C. – Via Ostia n. 28 – 00182 – Roma
Cell. 342-1876463 * 342-9581946 * segreteria.nazionale@dconline.info

2 Responses to "LA DEMOCRAZIA CRISTIANA CHIUDE IL 2018 IN FORTE CRESCITA SOTTO TUTTI I PUNTI DI VISTA, SIA POLITICO CHE ORGANIZZATIVO !"

  1. luca   20 Dicembre 2018 il 15:28

    complimenti Angelo.
    Attendo con ansia l’incontro del 18 pv.
    grazie ancora e a presto sentirci.

  2. Dora Aliquo   21 Dicembre 2018 il 1:27

    Il prossimo mese ci sarà la conferma che la democrazia cristiana non ha mai finito di esistere nel cuore di chi ama la giustizia la democrazia la fratellanza uguaglianza ed è giunta l’ora di ridare la giusta importanza a questi valori che fino adesso vengono calpestati senza ritegno da persone che ci stanno usando per i loro sporchi traffici .Ma noi dimostreremo che siamo in tanti e che sapremo lavorare in modo da restituire dignità onesta’ e principi morali perché tutti insieme vinceremo con Angelo Sandri che è il nostro esempio di integrità morale viva la DC