Sergio Martuscelli (D.C.): La Democrazia Cristiana non è solo un idea politica ma è il ritorno alla vera politica sociale. La D.C. è l’ultimo baluardo di difesa degli anziani, dei giovani e delle famiglie.

Sergio Martuscelli (D.C.): La Democrazia Cristiana non è solo un idea politica ma è il ritorno alla vera politica sociale. La D.C. è l’ultimo baluardo di difesa degli anziani, dei giovani e delle famiglie.

di ANGELO SANDRI – www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

*Sergio Martuscelli (D.C.): La Democrazia Cristiana non è solo un idea politica ma è il ritorno alla vera politica sociale.

*La D.C. è l’ultimo baluardo di difesa degli anziani, dei giovani e delle famiglie.

<< La politica deve ripartire dal sostegno alla famiglia, alla chiesa, alla scuola che sono i valori ormai dimenticati.

Ragazzi purtroppo abbandonati sul divano a giocare con la play station è  la dimostrazione che i giovani d’oggi non hanno stimoli emozionali.

La carenza di oratori ecclesiastici dove un tempo il ragazzo veniva educato alla scuola dell’altruismo, del rispetto e anche dell’umiltà si fa particolarmente sentire in quanto oggi molti di quegli oratori non sono più attivi.

E per finire, la scuola, che deve fare politiche di aggregazione stimolando – con la formazione di specifici gruppi di studio – l’amalgamarsi dei ragazzi. >>

E’ quanto dichiara in una nota  il dott. SERGIO MARTUSCELLI,  nella sua qualità di Segretario per lo Sviluppo e l’Organizzazione della DEMOCRAZIA CRISTIANA capitolina, nonché di Segretario politico della D.C. nei Municipi IX e X di Roma Capitale.

Oggi la Democrazia Cristiana non è solo un’idea politica, ma costituisce il ritorno alla politica sociale.

E’ l’ultimo baluardo di difesa degli anziani, dei giovani e delle famiglie i quali, sia per la crisi economica, che per la difficoltà a ritrovare i valori che erano alla base della nostra convivenza civile, si allontanano sempre di più da quelli che sono stati gli schemi vincenti di un grande paese come l’Italia.

<< Dobbiamo intraprendere una battaglia coraggiosa – riafferma Sergio Martuscelli – a cominciare dal riappendere il crocefisso in tutti i locali pubblici e dal non non vergognarsi del ripristino della preghiera prima delle lezioni nelle scuole.

Pensiamo poi alle televisioni che, durante orari pomeridiani dovrebbero trasmettere programmi utili alla formazione dei ragazzi, aiutandoli anche nella comprensione della storia e dell’apprendimento del rispetto verso la natura e gli animali, piuttosto che concetti futili e diseducativi.

Sono idee e  progetti che vanno sostenuti con forza e determinazione, se vogliamo dare speranza ai giovani. >>

Per passare ad altri aspetti economico-sociali, dobbiamo rivedere il ruolo di “Equitalia” (oggi Agenzia delle Entrate – Riscossione)  e delle società di recupero crediti in generale, che in questo particolare periodo sono più aggressive che mai, mettendo le famiglie in gravissima difficoltà.

Per finire,  i video slot,  vero pericolo per molte persone che trovano in esse la speranza di sistemare l’economia familiare ormai colpita dalla crisi.

La parola d’ordine  dev’essere < dignità > e dobbiamo fare politiche che riportino all’essere umano soprattutto la dignità”.

 

ANGELO SANDRI – www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

6 Responses to "Sergio Martuscelli (D.C.): La Democrazia Cristiana non è solo un idea politica ma è il ritorno alla vera politica sociale. La D.C. è l’ultimo baluardo di difesa degli anziani, dei giovani e delle famiglie."

  1. Anonimo   24 settembre 2018 il 8:44

    Il Coord. Della Segreteria politica Nazionle Comm.Mario De Benedittis condivide tutti i pensieri del nostro Rapresentante della Regione Lazio ..RICOMINCIARE DAGLI ORATORI

  2. Anonimo   24 settembre 2018 il 10:07

    Egregio Dott. Martusciello, non sono d’accordo con le sue gravi parole nei confronti della Chiesa, quando afferma che gli oratori sono “inattivi “.Ciò mi fa comprendere che alle sue parole, c’è una grande carenza carenza
    conoscitiva della realtà. In
    primo luogo c’è da rilevare
    che i molti divorzi creano
    grandi disagi alle famiglie
    che spesso si ripercuotono
    nella vita dei figli sia a livello
    psicologico che affettivo. A
    ciò si aggiunge una forte
    laicità della società per cui
    c’è un grande impegno da
    parte della Chiesa locale a
    porre alla base delle
    all’attività di volontariato
    l’accoglienza negli oratori.
    Egregio Dottore gli oratori ci sono e funzionano. C’è
    l’impegno dell’Azione Cattolica Diocesana. Forse a
    lei è sfuggito nel vedere il
    raduno dei giovani
    dell’Azione Cattolica dei
    ragazzi dal Santo Padre.
    Nelle Parrocchie c’è la
    Pastorale dello Sport proprio
    indirizzata ai ragazzi che
    fanno sport e ai genitori; ci
    sono le iniziative dei giovani
    organizzate dalla Comunità
    di Sant’Egidio, ci sono
    incontri organizzati da
    Comunione e Liberazione
    con percorsi ludici e di
    meditazione e preghiera; ci sono i boyscouts che operano nelle Parrocchie, etc.
    La invito, per rispetto alla Diocesi di Roma e della Democrazia Cristiana, di cui lei ne e’ un apicale, di rettificare le sue affermazioni
    e di chiedere SCUSA per le
    parole inopportune rivolte
    in quanto sono prive di fondamento.
    A. Pinto
    Segretario Regionale
    Vicario Federazione D.C.
    per il Lazio

  3. Anonimo   24 settembre 2018 il 13:21

    Mi pregio far riferimento all’art. del Dott. Martuscello per informare, quanti ci leggono, dell’equivoco che si è generato.
    Infatti egli intendeva riferirsi all’Oratorio della Parrocchia del suo territorio.
    Si rammarica dell’accaduto e riconosce l’opera dei tanti animatori parrocchiali, formati dalla Pastorale Giovanile, con “Laboratori”, svolti nelle Prefetture della Diocesi di Roma.
    Riconosce la disponibilità di tanti giovani volontari parrocchiali e dell’importanza del contributo svolto da molte Associazioni Cattoliche, che si dedicano a questa importante missione cittadina, sia di formazione dei giovani, come i “campi scuola” che dei momenti di svago e di spiritualità con gite “fuori porta”, etc.
    È bene ricordare che la D.C. è sempre stata vicina a queste realtà e auspichiamo che la sua rinascita possa rappresentare un “anello di congiunzione ” tra la laicità e una maggiore valorizzazione cristiana sia dei giovani che dei meno giovani, delle famiglie, etc.

    Non da ultimo, un caloroso ringraziamento al Dott. Martuscello per il lavoro e la dedizione che sta profondendo nel Lazio, anche con l’istituzione dello “Sportello del Cittadino”. Se ne prevede uno di prossima apertura anche a Lido di Ostia (Rm) s.e.&.o. .
    E’ una conferma per la Democrazia Cristiana, che è stata sempre vicina alle necessità della cittadinanza,soprattutto quando si è in presenza di una burocrazia dimentica spesso dei più elementari principi di equità sociale
    A. Pinto
    Segretario Regionale Vicario
    Federazione Democrazia Cristiana
    Per il Lazio

  4. Anonimo   24 settembre 2018 il 13:47

    Errata corrige: Dott. MARTUSCELLI SERGIO

  5. mm
    Angelo Sandri   24 settembre 2018 il 15:38

    Buon pomeriggio. Sono stato raggiunto addirittura telefonicamente (in mattinata) per essere informato di un acceso dibattito leggibile su http://www.ilpopolo.news e concernente l’articolo pubblicato quest’oggi su questo nostro giornale dal dott. Sergio Martuscelli e concernente la necessità che la Democrazia Cristiana rafforzasse il suo impegno nel sociale accanto ai giovani, agli anziani, alle famiglie e come si legge nell’articolo, vicino alla stessa Chiesa cattolica impegnata – come sempre – in prima linea verso queste specifiche realtà.
    Mi sembra di poter dire che i vari interventi che si sono susseguiti, alla fin fine, vanno nella stessa direzione e dunque siamo lieti che quanto pubblicato da IL POPOLO news contribuisca ad attirare l’attenzione su idee, iniziative, proposte della DEMOCRAZIA CRISTIANA e speriamo che vi siano sempre di più interventi ed articoli che parlino specificatamente dell’attività del nostro partito scudocrociato che si sta diffondendo a macchia d’olio in questa sua riorganizzazione e riunificazione per il bene della società italiana. A.S.

  6. De Benedittis Mario   24 settembre 2018 il 19:08

    Caro Angelo Sandri conosco molto bene Martuscelli e lo reputo un’uomo molto colto ed e un buon Politico quindi nessuno gli puo insegnare a fare progetti di buon esito SOCIALE non ha certo bisogno di un Pinto Alessandro che gli insegni Etica Morale .quindi richiamo il Pinto Aessandro che ha il vizio di obbligare le persone a chiedere scusa (di cosa non si sa) e lui che interviene molto pesante su problematiche varie ( come ha fatto a me a Pescara )