La Democrazia Cristiana si è riunita a Roma per il progetto Federazione D.C.!

Roma chiama, la DC risponde, si è concluso con proficui risultati, incontro dibattito aperto a tutti gli amici democratico-cristiani dove si è discusso dell'avanzamento dei lavori per la costruzione della federazione di tutte le associazioni che si richiamano alla Dc e ai valori del cattolicesimo democratico.

La Democrazia Cristiana si è riunita a Roma per il progetto Federazione D.C.!

di ANTONIO GENTILE

Si è svolto ieri mattina (20 giugno 2018)  in Via Gioberti n. 54, a Roma, un incontro a cui hanno preso parte numerose Associazioni che si richiamano ai valori e alla storia della Democrazia Cristiana.

Alcuni dei partecipanti all’incontro di Via Gioberti n. 54, a Roma in data 20-06-2018.

A questo importante incontro hanno partecipato l’Avv. Raffaele Cerenza, Franco De Simoni, Antonio Paris, Luigia Perillo, Vincenzo Tavano, Valerio Rocchi, Carlo Ravenda, Gosti, D’Aniello e Vincenzo Feola per l’Associazione iscritti alla DC 1993; Mario De Benedictis, Dora Cirulli, Antonio  Gentile, Alessandro Pinto per l’Associazione Democrazia Cristiana (Angelo Sandri); Paolo Magli per l’Associazione Libertas (Antonio Fierro); Gaetano Tropeano per l’Associazione Liberi e Forti; Leo Pellegrino dell’Associazione Democrazia Cristiana (Gianni Fontana).

Hanno comunicato la loro adesione anche Antonino Ingrosso, per l’Associazione CDL; Giovanni Sgro’ per l’Associazione Partecipazione Popolare.

L’On. Gianfranco Rotondi (Rivoluzione Cristiana) e Angelo Sandri (D.C.)

Dopo un intenso e prolungato dibattito di alcune ore, l’assemblea ha convenuto sulla necessità di proseguire nel dialogo con tutte le altre associazioni anche non presenti e sulla opportunità e l’utilità di continuare nei rapporti politici con l’On. Gianfranco Rotondi e l’On. Giampiero Catone (Rivoluzione Cristiana) da un lato e con l’On. Lorenzo Cesa (UDC) dall’altro, per poter arrivare in modo unito alla formazione della Federazione Democrazia Cristiana, per poi approdare in maniera unanime ad un Congresso nazionale unitario che restituisca agibilità politica alla Democrazia Cristiana.

La discussione è stata condotta in maniera omogenea e costruttiva; si è parlato di progetti futuri  e del lavoro che ogni Associazione sta portando avanti con numerose iniziative politiche su tutto ill territorio nazionale.

Va ricordato che il progetto della  Federazione D.C. è in piedi da molti mesi ed in particlare è stato affrontato in Roma capitale in nelle scorse settimane in due incontri “storici”: uno il 2 maggio 2018 ed il secondo alla Camera dei deputati il 16 maggio 2018, con la presenza delle molte parti che si uniranno in Federazione della D.C.

Erano infatti presenti ai due summenzionati “storici” incontri i dirigenti apicali dei rispettivi movimenti politici (Rivoluzione Cristiana / G. Rotondi, Democrazia Cristiana / A. Sandri, Iscritti DC 1993 / R. Cerenza; Movimento Libertas / A. Fierro.

Si è deciso di procedere nello stilare una bozza di patto federativo con la intenzione di interpellare velocemente gli organismi direttivi dei singoli partiti e movimenti per dare poi vita alla Federazione della Democrazia Cristiana con apposito atto notarile prima della pausa estiva.

La volontà è quella di dar vita in tempi brevissimi ad una Federazione “DEMOCRAZIA CRISTIANA” la quale possa coordinare ed unificare la sempre più intensa azione politica che i democratici cristiani stanno svolgendo ai vari livelli di competenza e praticamente ormai su tutto il territorio nazionale.

ANTONIO GENTILE – FROSINONE

2 Responses to "La Democrazia Cristiana si è riunita a Roma per il progetto Federazione D.C.!"

  1. Anonimo   21 Giugno 2018 il 14:42

    Ottimo servizio, vorrei fare presente che non è mai stata nominata la C.D.C. Tanto per illuminarvi, su tutte le comunicazioni inviate dal dr.Sandri compaie un simbolo i tre scudi crociati, io Cappi ho depositato molti anni addietro presso tutte le Prefetture d’Italia il Simbolo ed anche tramite la Iacobacci e Partners la registrazione. Detto Simbolo è stato depositato al Ministero degli Interni in occasione delle elezioni Europee, non fu mai impiegato poiché è preminente lo storico Simbolo della DC

  2. Angelo Sandri   21 Giugno 2018 il 20:03

    Carissimo Gianmaria Cappi (Ivrea – provincia di Torino) la C.D.C. (Confederazione Democratici Cristiani) è stato un interessante tentativo di riunificazione di tutti i democratici cristiani tentato nel 2008/2009 in prossimità del XXI Congresso nazionale della D.C. svoltosi a Milano nel febbraio del 2009.
    Credo che senz’altro anche questo soggetto politico possa/debba aderire a questo nuovo tentativo di riunificazione che vede questa volta la disponibilità di tutti i democristiani di buona volontà.
    Ed è intendimento dei promotori di questa iniziativa che nessuno rimanga escluso.
    Attiviamoci dunque a propagandare sia all’interno che all’esterno dei vari gruppi, movimenti, partiti politici che si richiamano ai valori, alla storia ed alla organizzazione della DEMOCRAZIA CRISTIANA e procediamo compatti verso questa riunificazione in vista degli importanti appuntamenti politici ed elettorali che ci attendono nell’immediato futuro.